/Le origini del Padel in Argentina

Le origini del Padel in Argentina

Il Padel è arrivato in Argentina nel 1969.
I primi campi in Argentina furono costruiti al Club Tortugas, all’Ocean Club Mar de la Plata, all’Hotel Tedy Pini sulle scogliere, al soggiorno estivo la Biznaga della famiglia Blanquier e alla casa vacanza El Turf della famiglia di Menditeguy.
Un campo interno fu costruito dietro il ristorante La Marca de Playa Grande (Mar del Plata) e iniziarono ad essere costruiti anche presso abitazioni private.
Per 10 anni, il Padel era conosciuto solo tra le poche persone che trascorrevano le vacanze estive al Marbella Hotel Club, visitavano Corcuera ad Acapulco, erano membri dell’Ocean Club o del Club Tortugas o giocavano nelle case degli amici.
Nel 1982, c’erano meno di 12 campi in Argentina ma a partire da quest’anno il Padel ha iniziato a svilupparsi, diventando un “fenomeno sociale“.
Il San Juan Tennis Club fu aperto a Buenos Aires, con 8 campi da tennis ma seguendo i suggerimenti di soci fondatori come i fratelli Aubone, il club costruì due campi da paddle che divennero un punto di riferimento nello sviluppo del paddle argentino.

Nell’estate del 1983, la stazione termale Zorba a Punta del Este, in Uruguay, è diventata un’attrazione sportiva grazie alle caratteristiche del gioco e ai suoi noti partecipanti, come Ricardo Cano, Roberto “Cacho” Aubone, ex membri dell’Argentina Squadra della Coppa Davis, giocatori junior come Eduardo e Roby Gattiker, uno dei migliori giocatori argentini di tutti i tempi. Erano partite divertenti che divertivano i visitatori del resort termale.
La stampa sportiva e sociale non ignoravano questo nuovo gioco e man mano che il Padel cresceva, importanti imprenditori e sportivi iniziarono a promuovere e supportare questo nuovo gioco, organizzando i primi eventi e attirando rinomati sponsor.
Giornali e riviste nazionali come La Nación, Clarín ed El Gráfico hanno pubblicizzato questi eventi.
Nel 1984, il Club San Jorge fu aperto a San Isidro, con 14 campi da paddle, è diventato un punto d’incontro per i migliori giocatori argentini.

Diego Armando Maradona grande appassionato di Padel

Il Padel ha iniziato a diffondersi nelle principali città della regione di Buenos Aires, San Pedro (capitale della Plata), San Nicolás, San Isidro, Bahía Blanca, Trenque Lauquen, Mendoza, Rosario, Paraná, Corrientes, Bariloche, Neuquén, per quanto riguarda la costa atlantica, dove iniziarono a essere costruite strutture notevoli.
Secondo i registri, nel 1987, una riunione dell’assemblea ha portato alla creazione dell’Asociación Platense de Paddle (APPTAS), il primo organo istituzionale ufficiale relativo al padel fondato nel mondo.

Nel 1988, un gruppo di amici guidati da Oscar “Cacho” Nicastro fondò l’Associazione Argentina Padel (APA), gestita dai membri fondatori Alberto Villaverde (primo Presidente), Jorge Horacio Brito, Costancio C. Vigil, Mauricio Macri, Oscar Nicastro, Joaquín del Molino Torres, Jose Luis Abuchdid, Julio Cesar Pérez Corral, Diógenes de Urquiza Anchorena, Gustavo Maquirriain, Guillermo Stanley, Arturo Carlos Toro, Miguel Alonso, Fabián Ranucci, Carlos Iñurrigarro, Juan Carlos De Marco, Cecilia Bacigaluppo, Héctor A. Salvat, Gregorio Ignacio Sanz, Julio Ratti, Héctor G Arribas e Fernando Garcia Pulles, tutti personaggi di spicco e appassionati e giocatori di Padel.

Il loro obiettivo era quello di creare un’associazione che rappresentasse lo sport, presentando i suoi obiettivi filosofici e tecnici e le sue regole, e pianificando e gestendo lo sviluppo del padel in Argentina.
L’aspirazione era quella di diventare un’associazione leader per questo sport a livello internazionale.
Nel 1989 un progetto dell’allenatore di Platense Jorge Galeotti sarebbe stato un punto di svolta per il Padel e la sua espansione internazionale … CRYSTAL PALACE, il primo campo in vetro staccabile e trasportabile.
Fu usato per la prima volta a Mar del Plata, con un enorme successo, grazie alla più ampia copertura TV del padel in quel momento.
Ora, gli spettatori potevano vedere il 100% del campo.
Arrivò così l’età del Padel itinerante, poiché il campo poteva essere allestito in qualsiasi struttura all’aperto o al coperto circondata da panchie e tribune per folle enormi.
Nel 1991, il Padel era considerato il secondo sport più popolare in Argentina, solo dopo il calcio.
Ciò era evidente nei negozi di articoli sportivi, dove era diventato un best-seller…

Fonte dati: Juan Carlos De Marco, Oscar Nicastro and Daniel Patti, and memoirs, anecdotes and archives of the FIP – Profilo Facebook PadelRetro – Traduzione di Carlo Ferrara