/La ripresa del Padel in Spagna – La Fase 2

La ripresa del Padel in Spagna – La Fase 2

Le nuove condizioni per l’attività sportiva in Spagna prevedono per le Province che entreranno nella fase 2, nuovi orari differenziati in base all’età, la possibilità di fare anche allenamenti da parte dei giocatori amatoriali ma con una distanza minima di 2 metri l’uno dall’altro e relativamente al Padel sono ammesse al momento solo le partite 1vs1.

Questo sabato in Spagna è stato pubblicato l‘ultimo aggiornamento della Gazzetta ufficiale dello Stato, che comprende le nuove misure che entreranno in vigore nei territori che cambiano fase a partire da lunedì.
Le province più fortunate entreranno nella Fase 2, in cui si apre un po’ di più la pratica dello sport e vengono dati più servizi alla popolazione e agli atleti amatoriali (nella fase 1 potevano allenarsi solo i giocatori tesserati professionisti).
In particolare, per quanto riguarda i punti salienti, il governo ha prolungato l’orario in cui le persone fino a 70 anni possono uscire per praticare sport non professionali.
In questa fase, saranno in grado di svolgere attività all’aperto in qualsiasi fascia oraria, ad eccezione di quella riservata agli anziani, tra le 10:00 e le 12:00 e tra le 19:00 e le 20:00.

D’altra parte, ” gli atleti iscritti ai club che partecipano a campionati non professionisti saranno in grado di svolgere un allenamento di base, mirato a una specifica modalità sportiva, individualmente e rispettando le corrispondenti misure di prevenzione e igiene.
Ai fini delle disposizioni del presente ordine, l’allenamento di base deve essere inteso come allenamento personalizzato, adattato alle esigenze specifiche di ciascuna modalità sportiva, sviluppato nei centri di allenamento disponibili per i club o in altri tipi di strutture che sono aperti al pubblico.”
Inoltre, “le società sportive professionistiche o le società a responsabilità limitata sportive possono svolgere sessioni di allenamento finalizzate a una specifica modalità sportiva, rispettando le corrispondenti misure di prevenzione e igiene.
Ai fini delle disposizioni del presente ordine, l’allenamento totale deve essere inteso lo sviluppo di compiti finalizzati alla fase precedente della competizione, compreso un esauriente lavoro tattico, comprese le azioni congiunte in gruppi di vari atleti fino a un massimo di quattordici persone”.
Tutto questo rispettando le attuali norme di sicurezza e igiene e mantenendo una distanza minima di sicurezza di almeno due metri.

E questo nei soli quattro territori che da questo lunedì 18 passeranno alla summenzionata Fase 2: La Gomera, El Hierro, La Graciosa e Formentera.
Le “partite” comunque dovranno continuare a essere 1 contro uno per il momento salvo disposizioni successive.
Una ripresa lenta per step.

Fonte: articolo del 17 Maggio Padel Spain tradotto e rielaborato da Carlo Ferrara