/Performance nel Padel: cosa la condiziona e come?
performance padel

Performance nel Padel: cosa la condiziona e come?

Nello sport come nella vita, non esistono formule magiche, ma esiste una formula matematica sintetizzata da Tim Gallwey che ci aiuta a comprendere meglio le variabili di una performance nel Padel o in altri Sport.

Continua il nostro percorso nel mondo del Mental Coaching nel Padel

Il Padel, noi appassionati lo sappiamo bene, è uno di quegli sport in cui non si può temporeggiare, non c’è un tempo da far scadere, non si può proteggere il risultato in alcun modo: la performance è fondamentale dalla prima all’ultima palla ed ogni punto è un mondo a sé, non è raro infatti vedere set che si capovolgono all’ improvviso: nulla si può dare per scontato.

La formula sintetizzata da Gallwey ci dice che la Performance è data dal Potenziale del giocatore al quale sottraiamo le interferenze: personalmente la trovo tanto semplice quanto illuminante.

Pensare di eliminare qualsiasi genere di interferenza dalle partite è utopistico ma che cosa succederebbe se imparassimo a gestire e eliminare le interferenze interne?
La risposta è scontata: giocheremmo un’altra partita.

A questo punto, mentre conosciamo tutti le interferenze esterne, che dipendono anche dalle condizioni climatiche nel padel outdoor, forse ti starai chiedendo cosa sono le interferenze interne.

Per Gallwey non ci sono dubbi: le paure, i dubbi, le insicurezze, le aspettative sono interferenze interne ed emergono nel nostro dialogo interiore.

Quello che ci diciamo e il modo in cui ce lo diciamo, interferisce nella nostra performance in campo, così come nella vita.

Il dialogo interiore va allenato come alleniamo i singoli colpi: è necessario, soprattutto in campo, acquisire la capacità di notare un dialogo interiore depotenziante e cambiarlo nel minor tempo possibile, fino a rendere questo cambiamento un processo automatico, come qualsiasi gesto tecnico che usiamo in partita.

All’inizio questo allenamento ci richiederà attenzione ed energia, e la costanza e la pratica ci aiuteranno a renderlo sempre più naturale.

Se questo articolo ti ha incuriosito, inizia subito a lavorare sul tuo dialogo interiore: il primo passo è renderti consapevole di cosa ti dici e come te lo dici.

Sono Cristina Molinari, Sport Mental Coach specializzata nel Padel, autrice della tesi “Il Mental coaching nel Padel”.
Per maggiori info :
mailto : cristina.molinari17@gmail.com
Tel : 392 9926991

Buon Padel a tutti