/L’importanza del “Globo” nel Padel
padel

L’importanza del “Globo” nel Padel

El Globo (il pallonetto) è uno dei punti più tattici del Padel anche se erroneamente viene considerato un colpo difensivo e poco efficace dai giocatori amatoriali

Vediamolo anche attraverso le spiegazioni e i tutorial di Matias Diaz e Paquito Navarro  

Sul Padel, come potrebbe essere altrimenti, ci piace sostare presso la rete per chiudere i punti.
Vogliamo attaccare ancora e ancora in quanto ci sono molti tipi di colpi da poter effettuare e di solito siamo ossessionati dal migliorare il nostro attacco, come lo smash, per guadagnare punti.
Tuttavia, per guadagnare punti dobbiamo prima risolverli e sapere come difenderci mentre aspettiamo l’opportunità di attaccare.
Ecco perché dobbiamo anche imparare a padroneggiare i colpi difensivi e non c’è colpo più importante del pallonetto.

Questo colpo consiste nel colpire la palla in modo tale da superare il rivale e costringerlo a ritirarsi.
La funzione principale del pallonetto nel Padel è difendersi dai rivali e rimuoverli dalla rete, allontanando l’iniziativa da loro e riuscendo così a spostarsi e vincere la rete.

Ci sono giocatori che basano tutto il loro gioco, sia difensivo che offensivo in questo colpo, i globeros.
Ma questo è un caso “eccezionale”, dal momento che, per la maggior parte, abusare del pallonetto non è una soluzione.
La maggior parte delle partite vengono vinte in rete, ecco perché è così importante dominare il globo.
Se il rivale ci mette in fondo alla pista, non c’è colpo migliore del pallonetto per allontanare l’avversario dalla rete e quindi riuscire a recuperarla.
A priori, è un colpo difensivo, ma in certe occasioni può diventare un colpo di chiusura del punto.
Come quei pallonetti che cadono dall’alto nella parte inferiore della pista e morenti sul vetro… fanno male e non abbiamo per mettere la nostra pala…

Vediamo il video e il commento in cui il mitico giocatore di StarVie Matías Díaz “The warrior” ci insegna come eseguire il pallonetto perfetto sulla pala.

Come gestire il perfetto pallonetto da Padel di Matías Díaz

Il pallonetto è un colpo molto importante sulla pala, anche se con esso non guadagni direttamente molti punti, ma è molto efficace.
Per far funzionare el globo dobbiamo posizionarci quando arriva la palla.
Quando la palla viene verso di noi, restiamo sui nostri lati, con la pala dietro e, a seconda della posizione della palla, ci sposteremo in avanti o indietro.
Quindi, cercheremo quella posizione in modo che rimbalzi sul terreno, rimbalzi sul muro e aspettando che la palla scenda all’altezza del ginocchio per colpirla.
Infine, seguiremo il percorso verso l’alto in modo che la palla si alzi e si alzi, in modo che sia più profonda possibile.

Quando giocare il pallonetto

Il colpo del pallonetto nel padel è un’arte su cui bisogna lavorare.
E ha molte varianti: il pallonetto profondo centrato, nell’angolo, a metà strada se l’avversario soffre dall’alto … tranne il pallonetto corto.
È un colpo che deve essere praticato e messo in pratica secondo il rivale.
A volte non ci saranno altre opzioni che lanciare il pallonetto.
Ad esempio, quando l’avversario ci mette in angolo in fondo alla pista.
Un buon modo per toglierci la pressione è con un pallonetto.
Ma stai attento! Perché se forziamo ci sono molte possibilità di lanciare la palla direttamente nel cristallo.
Se la palla arriva con molta velocità, è meglio giocare a tiri bassi.
È un colpo che useremo principalmente in fondo alla pista, poiché, come abbiamo detto, è la risorsa principale per scaricare la pressione dal rivale, portarlo fuori dalla rete e risalire per attaccare.
A seconda dell’avversario che hai di fronte, il pallonetto può diventare o meno la tua arma migliore.
Per questo è importante mettere alla prova il tuo rivale durante i primi scambi della partita.
Se, d’altra parte, tutto ciò che supera viene schiacciato, beh, punisci il tuo rivale con i pallonetti cercando costantemente l’area del rovescio, dove non ha il tempo di posizionarsi per colpirlo.
Il pallonetto non deve essere lanciato per se stesso.

Come ogni altro colpo, devi vedere quali opzioni abbiamo e scegliere quella che può darci i migliori risultati.
Se fallisci, è a causa di una cattiva esecuzione, non di una cattiva scelta.
Una cattiva esecuzione è sempre in tempo per correggerla, una cattiva decisione non lo è.

Vediamo l’interpretazione di Paquito Navarro del Globo:

 

Fonte. stralcio da articolo di Elneverazo 22/11/19  –  traduzione di carlo Ferrara – tutorial condivisi da Youtube