/Tirare al corpo, un’azione molto comune nel Padel

Tirare al corpo, un’azione molto comune nel Padel

Tirare al corpo è una delle azioni più controverse quando giochiamo a Padel.
Spesso provoca pensieri contrastanti sul fatto che sia etico o meno.

In questo articolo analizzeremo i motivi che portano a questo tipo di gioco e quali conseguenze porta.

Cosa ci porta a tirare al corpo dei nostri rivali?
Questo tipo di azione, per la maggior parte dei giocatori di paddle, è una pratica etica in quanto è solo un’altra giocata, un tiro che rientra nelle regole del gioco … come potrebbe essere la saque dejada (il servizio corto)

Quando decidiamo di mirare al corpo dei nostri rivali, di solito è per il semplice fatto che crediamo che sia l’opzione migliore che abbiamo quando stiamo attaccando.

Inviando la palla al corpo del nostro avversario sappiamo che la sua reazione sarà più lenta, il che lo farà finire per mancare o lasciare una palla facile in modo da poter vincere il punto.

Dove si svolge solitamente questa azione?

In generale, questo tipo di azione si verifica quando le due coppie sono in rete.
Poiché ci sono pochi spazi liberi, l’opzione di tirare al corpo acquista forza.

Può anche accadere con i rivali in fondo al campo quando abbiamo un’opzione di remate (smash), ad esempio.
Tirando la palla verso il corpo dei nostri avversari vedremo come devono prima impedire che la palla li colpisca e poi provare a raggiungerla.
Se il colpo è parallelo, sarà difficile per il rivale arrivare ma se tiriamo incrociato e noi non colpiamo l’avversario o prendiamo la palla X3, può essere recuperato tramite il rimbalzo sulla parete.

È etico tirare al corpo?
Dal nostro punto di vista no.
È un insieme del gioco ed è una pratica che ogni giocatore sa riconoscere.
Lanciare una palla al corpo dell’avversario è molto comune nel padel, soprattutto quando quattro giocatori si trovano a lungo in uno spazio così piccolo.

Tuttavia, non fa mai male chiedere scusa dopo aver usato questa mossa

padel

Un’altra cosa diversa è quando, in questa azione, si lancia una palla molto forte al corpo dell’avversario quando lo si fa volutamente e non come azione di gioco.
Quando questa azione ha lo scopo di nuocere, ovviamente non crediamo che sia etica e ha poco a che fare con il fair play.

 

articolo tratto da Padel Addict