/Agustin Tapia, il predestinato!
Tapia

Agustin Tapia, il predestinato!

Sarà Agustin Tapia l’Anti Galan / Lebron del World Padel Tour 2021 ?

Intervista esclusiva, in collaborazione con il Corriere dello Sport,  al neo vincitore del Master Final del World Padel Tour  Agustin Tapia !!!




Un’ascesa senza limiti. Augustin Tapia, argentino nato a Catamarca classe 1999, è senza dubbio uno dei giocatori del momento del World Padel Tour. Fresco vincitore ieri, in coppia con Fernando Belasteguin dell’Estrella Damm Menorca Master Final 2020 il torneo più importante del World Padel Tour dove hanno partecipato le 8 coppie più forti del ranking mondiale Wpt.
Peccato che i due hanno annunciato di separarsi come coppia per il 2021. La sua progressione infatti è sotto gli occhi di tutti: più di 50 posizioni scalate nel ranking in appena un anno e mezzo (dal 58° posto al 7 attuale) e un 2020 costellato di successi e vittorie.


Vincitore della prima storica tappa italiana del WPT nel settembre scorso a Cagliari insieme alla leggenda Belasteguin, due volte finalista (Minorca Open e Vuelve a Madrid Open), la conquista del Master Final di Minorca di ieri e una popolarità crescente, come dimostrano gli ultimi video pubblicati sul web con un punto sensazionale, ai limiti dell’impossibile, conquistato all’Open di Las Rozas nel match dei quarti di finale contro Chingotto e Tello.

Abbiamo intervistato la nuova stella mondiale alla vigilia del suo trionfo di ieri al Master, ed abbiamo portato bene!   Ecco cosa ci ha raccontato…

Quanto è stato importante per la tua crescita professionale giocare prima con Juan Martin Diaz e poi con Fernando Belasteguin?

È stato importantissimo giocare con i due giocatori migliori della storia, mi è servito molto per imparare sia dentro il campo e sia fuori dal campo. Adesso so come si allena e come “vive” il padel un numero 1 a livello mondiale e questo mi ha aiutato molto a migliorare durante il periodo trascorso al suo fianco.

Qual è il tuo colpo preferito e come ti prepari a livello psico fisico prima di un torneo?

I miei colpi preferiti sono lo smash e la volée di diritto.

Cosa ti piace di più della tua NOX AT10 Luxury Genius e della Genius 2021 e che differenze trovi rispetto a quella del 2020?

Le mie 2 racchette sono molto simili e hanno un punto dolce molto ampio.  La AT10 del 2021 incorpora una faccia ruvida con sabbia di silice, che mi aiuta a produrre grandi effetti sui miei colpi. Comunque mi piacciono molto entrambi.

Com’è il tuo rapporto con l’Italia? Hai vinto la tappa del WPT in Sardegna e hai giocato in serie A l’anno scorso.  Come consideri lo sviluppo del padel nel nostro paese?

Nutro un affetto speciale per il vostro paese e sono molto grato ai fan italiani che mi mandano tantissimi messaggi di incoraggiamento. Ho giocato la serie A in Italia con il team Magic Padel, sono stato benissimo e la gente mi ha accolto in modo fantastico.  Per quanto riguarda l’esperienza di Cagliari, beh…vincere il torneo sardo mi ha dato una grande emozione, considerato oltretutto che è l’unico torneo che ho vinto quest’anno… per il momento. (ndr: prima del Master Final di ieri). Infine, per parlare dell’Italia, è noto a tutti che state facendo e investendo molto in questo sport meraviglioso e questo si riflette anche nella competitività dei vostri giocatori, che migliorano molto anno dopo anno.

Rumors di mercato ti danno in coppia l’anno prossimo con Pablo Lima.  Sono attendibili queste voci?

Resta ancora da giocare il torneo più importante dell’anno (vinto ieri, ndr) ed io sono concentrato per vincerlo. Ho fiducia nei progetti futuri ma sono focalizzato sul mio obiettivo attuale che è conquistare il titolo di campione delle Master Finals.

Detto fatto….e adesso lo aspettiamo il prossimo anno in coppia con il fortissimo brasiliano Pablo Lima!

 

Buon Padel a tutti!

by Mr Padel Paddle in collaborazione con il Corriere dello Sport