/La regolarità, elemento base nel padel
padel regolarità

La regolarità, elemento base nel padel

Uno degli elementi di tattica del Padel è sicuramente la regolarità!

Capire l’importanza di non commettere errori riguarda sia giocatori principianti che i professionisti.

Il padel è uno sport unico che ha bisogno di crearsi una propria identità rispetto ad altri sport, ma anche di creare una propria identità in ogni paese dove si gioca.
Oggi molti appassionati copiano lo stile spagnolo o argentino, ma non c’è dubbio che tra pochi anni nasceranno altri stili svedese, italiano e australiano, ecc.

Prima di arrivarci, dobbiamo capire che il padel è uno sport sociale dove si cerca soprattutto di divertirsi. Salendo di livello, alcuni giocatori tendono a dimenticare questa base, il che può causare una perdita di motivazione o un rallentamento dello sviluppo nel loro gioco.

Poiché la maggior parte di noi non è una star mondiale di padel, cercheremo prima di divertirci e, naturalmente, proveremo a combattere in campo per vincere le partite con sorriso e rispetto verso gli avversari.

Come divertirsi nel padel ?

La risposta è semplice.
Essendo regolari.
Se ad ogni colpo di palla il punto finisce con un colpo vincente o un fallo, ci divertiremo? Certamente no. Quindi ecco la base del padel ;  la regolarità.

Impariamo a non correre rischi e diventiamo metronomi dal fondo del campo.







Ognuno ha la propria identità che può essere lasciata da parte mentre si impara a commettere zero errori o quasi.
Una volta che ci sentiremo a nostro agio, avremo tutto il tempo per imprimere nel nostro gioco quell’identità che ci rende ciò che siamo.

Come essere regolare?

Tutto inizia in fondo al campo.
Avere e conoscere la giusta posizione, che ci permetterà di accedere a tutti i colpi difensivi.
Impariamo a leggere le traiettorie delle palline e dei loro rimbalzi sui vetri.
Padroneggiare il diritto e il rovescio ed essere in grado di “passare” la palla decine di volte nel campo avversario.
Se siamo dei principianti, facciamo le nostre prime partite dal fondo del campo in modo da abituarci a tutto il lavoro di lettura palla, posizionamento, regolarità, che ci renderanno un ottimo partner o avversario con e contro chi è un piacere giocare.
A poco a poco, aggiungiamo frecce al nostro arco con attacchi, smash, bandeja … non saltiamo i passaggi perchè il nostro apprendimento ne risentirà.

Come lavorare sulla regolarità?

Il migliore è il cestino.

La ripetizione, la ricerca dell’automatismo è il metodo migliore per assimilare tutti gli elementi sopra menzionati.
Ovviamente se prendiamo un istruttore di padel miglioreremo il più velocemente che cercando di lavorare da soli.

1 su 1 è un buon metodo.

Con una persona del nostro livello o superiore, proviamo a fare scambi e non a vincere il punto.
Cerca di far partire ogni tiro dalla nostra “zona di comfort” a fondo campo, con la stessa posizione di attesa, con la stessa preparazione, lo stesso tipo di movimento e soprattutto la stessa velocità della palla.

Infine il muro o il gioco da soli di fronte a un muro o al vetro.
Praticare il muro ci consente di rallentare la velocità della palla per trovare il ritmo che fa per noi, leggere la palla e prepararci velocemente.

Vogliamo progredire velocemente? Parete per 15 minuti al giorno.

Il processo di regolarità può richiedere più tempo per assimilarsi in persone che non hanno una formazione sportiva o racchetta.
Non esitiamo a dedicare qualche euro a corsi focalizzati su questa fase che ci permetterà di divertirci in ​​campo, con il sorriso, base del nostro sport, anche ai massimi livelli.

Buon Padel a tutti!

Fonte: ispirato  ad  un articolo  Padel Magazine France (traduzione rielaborazione di Mr Padel Paddle)