/Come ribaltare una partita di padel ormai persa
Racchette da Padel di controllo

Come ribaltare una partita di padel ormai persa

È possibile cambiare il risultato di una partita di Padel che stiamo perdendo?

Affrontiamo un argomento che ci piace in modo particolare perché è tra le caratteristiche maggiori proprio del padel: il risultato!

Una delle cose che più abbiamo notato appassionandoci a questo sport è che, come succede nel tennis, non hai mai un risultato da proteggere.
Questo succede nel calcio, dove la proporzione di goal fatti/subiti e il tempo rimanente fa decidere alla squadra se è tempo di attaccare o di difendere il risultato.
Nel padel invece puoi trovarti 0-6, 0-5 per chiudere alla fine 0-6, 7-6, 6-0.

Ma come si fa a ribaltare un risultato che sembra scritto sulla lapide della nostra partita?

padel comandamenti

Di sicuro, una cosa da non fare, è pensare di guadagnare terreno grazie agli errori dei nostri avversari. Non è assolutamente sotto il nostro controllo e ci mantiene in una posizione mentale e fisica passiva, assolutamente distante dalle dinamiche necessarie a far brillare il nostro gioco.
È fondamentale rimanere nel tempo presente e mantenere attenzione al colpo in gioco, dimenticando quindi gli errori precedenti e anche il peso del risultato a tabellone.
È importante imparare a guardare al risultato come leva per fare meglio e ricordarci di giocare un punto alla volta per rimanere agganciati alla partita. Nel farlo, dobbiamo anche concentrarci sul nostro gioco, su ciò che sappiamo e possiamo fare piuttosto che sulle difficoltà degli avversari.

Ecco alcuni suggerimenti per far volgere il risultato in nostro favore:







Mantieni concentrazione e intensità

La concentrazione ci aiuta a rimanere al tempo presente, decidendo con lucidità la strategia di gioco e i colpi da preferire nelle diverse fasi. L’intensità e quindi il mantenerci attivi nel campo, pala sempre pronta e fisicamente in movimento, serve innanzitutto per tenere il nostro atteggiamento positivo grazie all’uso del corpo. ci permette anche di comunicare agli avversari che non ci siamo dati per vinti e che combatteremo per ogni punto.

Entra in partita

Talvolta giochiamo male perché fatichiamo ad entrare in partita. Questo può succedere per un riscaldamento non proprio efficace, troppo breve o a troppo bassa intensità. Sfruttiamo ogni momento di pausa per attivare il corpo e riscaldarci (stretching, rotazioni, saltelli).

Approfitta dei tempi regolamentari

Da regolamento ci sono fino a 25 secondi per battere e fino a 90 secondi per il cambio campo. Quando il risultato non ci è favorevole non dobbiamo avere fretta e sfruttare anzi questi tempi per reagire al risultato.

Dai la giusta importanza al contesto

Spesso a Padel stiamo giocando delle partite semplici, non ci giochiamo certo la carriera, ed è importante poterlo ricordare. Quando diamo più importanza alla partita piuttosto che al divertimento o all’allenamento, ci carichiamo di ansia e pressione che facilmente ci renderanno più contratti e quindi a giocare peggio delle nostre potenzialità, dando grande vantaggio agli avversari.

Parla con il tuo compagno

Quando siamo sotto nella partita, talvolta intraprendiamo una nostra guerra personale ma è invece importante, come sempre, continuare a confrontarci con il nostro compagno di gioco e per diversi motivi.
Intanto, un risultato negativo è dato da un cattivo gioco di squadra, quindi è importante con la nostra comunicazione reciproca far sentire la nostra fiducia nell’altro, l’incoraggiamento e la voglia di riprendere il risultato.
Il confronto ci permette inoltre di valutare, cambiare strategia grazie all’analisi reciproca dei punti deboli degli avversari e nostri.

Continuare a credere nel risultato positivo

Lo abbiamo visto anche nelle partite dei professionisti ed è capitato anche a noi di vincere delle partite che sembravano più che perse.
Mentre giochiamo dobbiamo quindi sempre credere di poter portare il risultato dalla nostra parte fino all’ultimo punto possibile. Questa fiducia ci porterà a usare il corpo e la mente in modo produttivo e ci farà giocare tutte le nostre cartucce.

Non sperimentare

Ora, se siamo in campo tra amici e il risultato ci interessa poco, va anche bene. Se siamo in una partita per noi importante o di torneo/campionato, quando il risultato ci vede in rincorsa non è il momento per sperimentare colpi nuovi o rischiosi. È anzi il momento ideale per giocare i nostri colpi migliori e che facciamo ad occhi chiusi, è il tempo dei colpi “automatici” che ci aiutano a giocare in scioltezza e fiducia.

Cambia il ritmo e la strategia

Se abbiamo perso il primo set, probabilmente le nostre scelte non sono state corrette rispetto al gioco dei nostri avversari e quindi è intelligente cambiare modalità. Giochiamo basso se abbiamo giocato alto e ci hanno asfaltato, giochiamo lungo se sono abili a salire a rete, giochiamo rapido se loro tendono a rallentare, giochiamo lento se fanno più vincenti in rapidità e non gli stiamo dietro. Come sempre è fondamentale analizzare il gioco e il livello degli avversari per poter settare la nostra strategia sfruttando il più possibile i loro punti deboli.

Questi sono alcuni suggerimenti che aiutano a mantenerci in gioco quando la partita volge al peggio. Non possiamo garantire che il risultato cambierà sempre ma è sicuro che riusciremo a divertirci anche nelle partite più dure, uscendo soddisfatti del nostro gioco anche quando il risultato ci dirà che gli avversari sono stati nettamente più efficaci di noi.

Buon Padel a tutti

by Roberta Lozza

Fonti varie: Padeladdict, Padelnostro