/Bea Gonzalez: Obiettivo essere la Top nel Padel femminile
padel bea gonzalez

Bea Gonzalez: Obiettivo essere la Top nel Padel femminile

A soli 19 anni Beatriz González ha già raggiunto i vertici del circuito professionistico più importante del mondo, il World Padel Tour. Dopo aver gareggiato l’ultima stagione con campionesse del calibro di Marta Ortega e Paula Josemaria, la ragazza di Malaga farà coppia con la numero 1 del 2020 Lucia Sainz. Gli esperti ritengono che la Gonzalez possa diventare la prossima numero 1 del ranking in quanto non le manca niente: esplosività, potenza e grande tecnica. Se migliorerà anche tatticamente, magari con l’ausilio dell’esperienza di Lucia Sainz, Bea potrebbe mettere in bacheca tanti importanti trofei nei prossimi anni…




Ma conosciamola meglio con la nostra intervista esclusiva in collaborazione con il Corriere dello Sport

A quale età hai iniziato a giocare a padel e vieni anche tu dal tennis o nasci padelleras?
«Ho iniziato a giocare a 8 anni perché mio padre lo praticava con i suoi amici e mi divertivo molto ad andare a vederli. Ho iniziato direttamente con il padel, anche se vi confesso che da in coppia con la numero 1 del 2020 Lucia Sainz qualche tempo, ogni tanto vado a giocare anche a tennis».




Quale è stato il torneo da ragazza che ti ha lasciato il ricordo più bello?
«Il miglior ricordo che ho è quando a soli 15 anni giocai la mia prima semifinale nel World Padel Tour a Jaén, una emozione unica!».

La miglior pizza di Malaga è Terra Mia?
«Assolutamente sì! (ride, ndi)».




Sei contenta della stagione 2020 o ti aspettavi di più?
«Sono abbastanza contenta di quanto fatto lo scorso anno. Penso di aver ottenuto dei risultati molto buoni con tutte le compagne con cui ho avuto il piacere di giocare; sono migliorata tanto sia a livello agonistico che a livello personale».

In questi ultimi due anni hai giocato con Cata Tenorio, Delfi Brea, Marta Ortega e Paula Josemaria. Se dovessi da ognuna di loro prendere una qualità quale sceglieresti?
«Di Cata apprezzo l’esperienza e la grande intelligenza in campo. Di Delfi la competitività e l’energia positiva che trasmette. Di Marta, decisamente il fisico e l’ordine nel gioco che tiene durante tutta la partita e infine di Paula la sua audacia e grinta».

Che sensazioni hai provato quando hai vinto l’Open di Madrid a luglio con Marta?
«È stata una sensazione incredibile. Sono ancora “senza parole” per descrivere la felicità di quel momento; un ricordo che rimarrà per sempre nella mia vita e uno di quei sogni che si realizzano».

Quali sono le caratteristiche che ti piacciono di più della tua Starvie Titania?
 «Mi trovo molto bene con il mio nuovo modello. È una racchetta di controllo e potenza e molto facile da usare. Certamente adatta a una giocatrice aggressiva come me».

Quest’anno giocherai in coppia con la numero 1 del 2020 Lucia Sainz, una giocatrice di grande esperienza. Hai già avuto modo di allenarti con lei?
«Sì, ci stiamo già allenando da un paio di settimane e mi trovo benissimo con lei. Credo che faremo grandi cose quest’anno».

Che obiettivi ti sei prefissata per il 2021?
«Voglio continuare a migliorare come giocatrice e ottenere buoni risultati con Lucia, ma soprattutto continuare a progredire come fatto con tanti sacrifici fino a oggi».

Buon Padel a tutti

by Mr Padel Paddle in collaborazione con il Corriere dello Sport