/Sanzioni a Roma ai club di padel rimasti aperti
padel closed

Sanzioni a Roma ai club di padel rimasti aperti

Secondo quanto riportato da Roma Today alcuni circoli di padel di Roma sono stati sanzionati in quanto non hanno operato secondo quanto previsto dal Dpcm 14 gennaio convertito nella legge 29 del 14 marzo.


In sintesi in zona rossa sono consentiti soltanto gli eventi e le competizioni di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e gli atleti iscritti possono fare sessioni di allenamento a porte chiuse.

Ecco la versione integrale dell’articolo :

L’escamotage del tesseramento per restare aperti, chiusi campi da padel a Roma sud e sul Lungotevere
Giro di vite anche sui “falsi atleti” che grazie all’escamotage del tesseramento Fit, numerosi circoli di padel e tennis, hanno continuato a far giocare e ad “operare nell’illegalità nonostante la zona rossa“, spiega la Divisione Amministrativa e Sociale della Questura che ha effettuato una serie di controlli a Roma.Ciò ha portato al tesseramento massivo di atleti; peccato però che oltre al tesseramento necessità che l’atleta sia iscritto a tornei Fit, condizione imprescindibile per potersi allenare giocando.
La stretta è toccata a due noti circoli della capitale, uno ubicato sul lungotevere l’altro nella zona sud di Roma dove sono stati trovati a giocare alcuni pseudo atleti, tra loro anche ultracinquantenni. I proprietari e i gestori dei circoli oltre alla sanzione si sono visti chiudere la loro attività fino al termine delle restrizioni previste dalla zona rossa”.

Buon padel a tutti

Fonte: Roma Today