/Anche nel padel amatoriale esistono gli schemi di gioco?
padel amatoriale

Anche nel padel amatoriale esistono gli schemi di gioco?

Abbiamo già visto come il Padel amatoriale permette a qualsiasi persona di avvicinarsi a questo sport, con grande divertimento e facilità di gioco.

Vero è che, soprattutto quando iniziamo se non veniamo da uno sport di racchetta, all’inizio siamo già contenti quando riusciamo a colpire la pallina e mandarla nel campo avversario.

Poi gradualmente impariamo a usare i vetri, a gestire più o meno le grate. Quindi se siamo particolarmente appassionati a questo sport, decidiamo anche di prendere qualche lezione per imparare la tecnica dei colpi… perché un conto è buttare di là la palla, un altro è riuscire a fare la vibora, la bandeja, una bella volee o lo smash che mette in difficoltà gli avversari, andando proprio in quel corridoio che abbiamo intravisto.
E quando arriviamo a questo livello, già possiamo essere felici e toglierci delle belle soddisfazioni nelle partite di circolo e anche nei tornei, a livello amatoriale saper fare il gesto tecnico e indirizzare la pallina dove vogliamo è un ottimo livello di gioco.
Ma si gioca anche di strategia nel padel? Esistono degli schemi di gioco per avere la meglio sugli avversari?

Forse, anche guardando le partite degli alieni del world padel tour, viene normale pensare che certe chicche a loro escono perché sanno colpire bene la palla. La verità è che proprio perché a differenza del tennis il campo è più piccolo e “rimbalzante”, è fondamentale nel tempo anche imparare a giocare in modo strategico.
È evidente che l’obiettivo principale è creare degli spazi nel campo avversario, dei buchi o corridoi dove andare a piazzare il vincente.
Ci sono tanti modi per crearli, a seconda del tipo di giocatore che ci troviamo di fronte ed è fondamentale giocare in accordo con il nostro compagno, per portare avanti in ogni colpo la tattica scelta.

Vogliamo creare un buco centrale? Allora è importante che io e il mio compagno giochiamo ai laterali degli avversari con continuità, fino a fare in modo che la zona centrale sia sgombra.
Mi accorgo che con una battuta più debole o sul rovescio il mio avversario tende sempre ad alzarla al centro? Lo faccio consapevolmente e con il mio compagno mi accordo perché vada ad attaccarla come decidiamo può essere più opportuno.
Mi bucano spesso sulla diagonale dove ho il rovescio? Con il mio compagno dobbiamo decidere come evitare che l’avversario abbia quella palla facile. E possiamo andare avanti all’infinito con le diverse possibilità e soluzioni.

Purtroppo, ancora oggi, non è facile imparare l’aspetto più strategico del padel, in Italia. Gli istruttori o i maestri di padel tendono più che altro a fare lezioni di tecnica, cesti e cesti di palline che va bene, ci serve per automatizzare il movimento corretto.
Se ne avete la possibilità (e l’età) il primo suggerimento è di provare qualche scuola di padel.. ancora sono poche ma affrontano anche questo aspetto.
Diversamente, il consiglio principale è di osservare le partite dei professionisti e iniziare a individuare le diverse modalità di gioco (perché il nostro gioco va modulato anche sul gioco degli avversari, a maggor ragione a livello amatoriale dove spesso chi gioca non ha la piena consapevolezza di quello che fa).







Leggere gli approfondimenti nei vari blog aiuta.
E anche, non demordete di trovare chi vi può insegnare sul campo!! Se prendete lezioni da qualche istruttore o maestro, chiedete di imparare anche l’aspetto strategico e se chi vi segue non vi può aiutare, continuate a cercare.
Anche valutate di partecipare ai tornei dei circoli (ad esempio l’MSP), scegliendo circoli che aspirano a ottenere buoni risultati in classifica perché probabilmente avrete maggiori possibilità di trovare anche chi si preoccupa di aiutarti a leggere giocatori e partita.

Se poi hai un compagno di gioco fisso, è un ottimo lavoro anche da fare nel binomio… certo senza indicazione esterna è più difficile ma a suon di partite e tentativi, se iniziate a mettere a fuoco anche l’importanza della strategia e vi sperimentate, avrete modo di crescere tantissimo.

È inutile dire che nel mondo amatoriale, vi darà un vantaggio enorme perché sono ancora tantissimi, se vuoi anche troppi, i giocatori che giocano con il solo obiettivo di buttare di là la palla.

Buon padel a tutti

by Roberta Lozza

articoli correlati Mr Padel Paddle:

Come sfidare a Padel un tennista