/Quando conviene scegliere una racchetta a goccia a padel?
goccia diamante padel racchetta

Quando conviene scegliere una racchetta a goccia a padel?

Abbiamo già scritto un articolo per le specifiche della pala tonda, continuiamo il nostro viaggio nelle caratteristiche delle pale a goccia o a lacrima.

Come abbiamo scritto nel precedente articolo, riportiamo alcune informazioni generiche, che valgono per ogni forma.




Cosa devi sapere in generale della tua racchetta

1) La fibra di vetro è più morbida, flessibile e permette maggiore uscita di palla del carbonio che però risulta più resistente e con impatto più duro.
2) La schiuma FOAM offre più controllo e permette di usare meno forza per far uscire palle veloci ma dura meno della schiuma EVA che è migliore per i colpi con effetto e ha più resistenza. È però più difficile da gestire, meglio se sei di livello avanzato.
3) Il peso è importante. Una pala più leggera all’inizio ti aiuta a migliorare il controllo di palla ma può provocare problemi a tendini e articolazioni del braccio. Pala leggera implica uso di più forza per dare velocità alla palla e in conseguenza porta più usura del braccio.
4) Lo spessore è variabile di pala in pala, più spessore corrisponde a più velocità di uscita della pallina.
5) Prediligi pale più morbide se hai problemi di epicondilite e infiammazioni varie, sceglie quelle più dure se vuoi più potenza e controllo.
6) Non farti incantare dalle pale più famose, più firmate o costose. Assicurati di acquistare pale corrette per il tuo livello perché più sono ricercate, più sono delicate e pensate per padelisti che sanno gestire anche gli spazi e… gli scontri. Una pala entry level è pensata anche per subire meglio colpi contro vetri, grate o altre pale.
7) L’aggiunta di paracolpi in testa, overgrip e hesacore variano il baricentro della pala, quindi permettono di giocare con un bilanciamento sfalsato rispetto alla forma scelta. Una pala tonda con pesi o paracolpi in testa la renderanno più potente, una diamante con un hesacore potrebbe abbassare il bilanciamento più verso il centro.

Le caratteristiche della pala a goccia

Questa pala si caratterizza per un bilanciamento “medio” ovvero il suo baricentro si avvicina al centro della pala. Questa caratteristica rende la pala a goccia una perfetta via di mezzo tra la pala tonda (che predilige il controllo) e la pala a diamante (che premia la potenza).

Il suo punto di impatto è come il baricentro, una via di mezzo tra le altre due pale, più o meno è grande come una pallina da tennis al centro della pala.




Puoi immaginare il punto di impatto come un cerchio, nelle pale più difficili è grande come una pallina da ping pong al centro della pala, nelle pale tonde è sempre al centro della pala ma è grande come una palla da softball. Quando tu colpisci all’interno di questo cerchio, il colpo prende la direzione e gli effetti che gli hai dato, più ti scosti più il colpo non risponde ai tuoi intenti.

È un buon compromesso per chi non sente di voler scegliere tra controllo e potenza, che ha un buon gioco sia in controllo che in attacco.
È anche la pala indicata per chi, neofita, ha un passato da tennista e quindi ha già una buona coordinazione e conoscenza dei colpi, con un discreto controllo della pallina.

È la forma di pala più utilizzata dai giocatori di livello intermedio perché permette di giocare bene sia in difesa che in attacco ed è la pala più versatile. Anche, pur non perdonando tanto come la pala tonda, non è la pala più difficile da gestire.

Puoi quindi scegliere di combinare le varie caratteristiche dei materiali per prediligere più o meno potenza e controllo.

Buon padel a tutti

by Roberta Lozza

articoli correlati by Mr Padel Paddle:

Quando conviene scegliere una racchetta tonda a padel?

Le migliori racchette da Padel di controllo

STARVIE, la Fabbrica dove i “sogni” diventano realtà