/Gli errori più comuni dei giocatori di Padel
padel

Gli errori più comuni dei giocatori di Padel

Giocare a padel è semplice ed è uno dei motivi per cui sempre più persone si avvicinano a questo sport: per la sua immediatezza, la dinamicità e il grande divertimento.

Eppure, se hai già speso qualche ora in campo tra lezioni e partite di padel, scommettiamo ti è facile riconoscere i principianti alle loro prime armi.


Abbiamo realizzato un piccolo decalogo degli errori più comuni propri
di chi ha iniziato da poco a praticare questo sport.

1. RIMANERE TROPPO STATICO IN CAMPO

Il padel è un gioco dinamico ma spesso chi è agli inizi tende a cercare le posizioni più comode, che apparentemente gli permettono di raggiungere più palline.
Il risultato è che si ritrova spesso in ritardo sui colpi.




2. NON USARE TUTTO IL CORPO NELL’IMPATTO

Può sembrare che un colpo veloce possa uscire solo a chi ha più forza nel braccio ma la verità è che nel padel come nel tennis è la capacità di sfruttare tutta la forza cinetica del corpo a dare vita ai colpi veloci e ben riusciti. Sfruttare il braccio non dominante per la ricerca palla e il movimento del tronco, delle gambe e la posizione dei piedi per accompagnare il colpo variano profondamente l’efficacia e la precisione dei tuoi colpi.

3. NON SAPER COLPIRE NEL MIGLIOR PUNTO D’IMPATTO DELLA PALA

Esistono tre forme diverse con diversi bilanciamenti e quindi con un centro di “impatto perfetto” più o meno grande. Non riuscire a colpire in quel punto della pala devia inevitabilmente la direzione del colpo che vuoi fare. Per questo serve sicuramente molta pratica, come anche usare pale che si conoscono




4. ERRORE DI IMPUGNATURA

Spesso chi gioca per le prime volte tende a impugnare la pala nel punto più alto del manico, apparentemente perché da’ una sensazione di controllo maggiore. In verità questo tipo di impugnatura fa tende a affaticare di più i muscoli del braccio e impedisce di sfruttare appieno la potenza cinestetica del colpo, limitando sensibilmente la mobilità della pala. Molto meglio sfruttare il manico in tutta la sua lunghezza e imparare a impugnarlo nel punto più basso.

5. TROPPO TEMPO SPESO NELLA PREPARAZIONE DEL COLPO

Spesso troviamo giocatori che hanno preparazioni del colpo molto lunghe, ampie che in questo sport li trova quindi spesso in ritardo sulle risposte. Il padel è molto diverso dal tennis: il campo è più corto e le pareti lo rendono più dinamico quindi ci è richiesta una preparazione corta e rapida, che possa rimanere al passo della velocità di gioco.

6. PALLA BASSA O A PENZOLONI…

In partite di principianti capita di osservare giocatori che, quando non sono in fase di gioco diretto, tengono la pala verso terra. Questo è un errore per la ragione del punto 5. Il gioco è molto rapido e altrettanto rapide devono essere le nostre preparazioni, quindi pala sempre alta e pronta all’uso.

7. NON USARE LE PARETI

È una situazione tipica per chi inizia e anche per chi ha giocato molto a tennis, la difficoltà di farsi superare dalla palla senza colpirla. La parete è una nostra grande alleata, ci permette di gestire il tempo del gioco (uscendo in pallonetto per recuperare posizione e fiato o con uscita alta e rapida per bucare l’attacco avversario). Certo, leggere le traiettorie per tempo ci aiuta a sfruttarla al meglio quindi spazio a lezioni mirate per imparare angoli, doppi rimbalzi e tutto quello che c’è da sapere.

8. TENERE IL PIATTO DELLA PALA ALLA STESSA ALTEZZA DEL MANICO NEL TIRO A VOLO

Questo errore tecnico rimanda agli avversari una palla più semplice e ci impedisce di colpire di taglio. Tenere sempre il piatto della pala più alto rispetto al manico aiuta a imparare invece a fare colpi tagliati, decisamente più insidiosi per chi deve rispondere.

9. IMPATTARE O TROPPO AVANTI O TROPPO INDIETRO

Una mancata ricerca della palla e lo scarso movimento del corpo portano spesso i principianti a impattare troppo indietro o troppo avanti e questo determina spesso una torsione eccessiva del busto, mandando la nostra palla nella direzione sbagliata, spesso verso la grata.

10. AL SERVIZIO ESSERE LENTI A RAGGIUNGERE LA POSIZIONE IN RETE DOPO AVER BATTUTO

Quando è il nostro turno di battuta abbiamo il vantaggio di partire in posizione di attacco. Chi batte a fondo campo deve essere quindi velocissimo a raggiungere la sua posizione di gioco per non farsi “bucare” dalla risposta degli avversari. Fare delle lezioni sulla battuta è estremamente importante, sia per imparare diversi modi di battere, sia per imparare a muovere il corpo in modo corretto e propedeutico a raggiungere la nostra posizione sotto rete.

Da principiante crediamo di aver fatto un po’ tutti questi errori e ora ci diverte guardarli nelle partite di chi ha iniziato da poco.

E tu? Hai superato questo decalogo indenne?

Inutile dire che solo pratica, costanza, partite e lezioni aiutano a elaborare questi errori nel nostro gioco… ma alla fine anche questo fa parte del divertimento, no?

Buon Padel a tutti!

by Roberta Lozza

articoli correlati:

Padel Amatoriale: La figura del Bombardatore