/Il padel è un gioco veloce… o forse no!

Il padel è un gioco veloce… o forse no!

Chi ha anche solo giocato una partita di Padel lo sa, una delle criticità maggiori è data dal fatto che non puoi mai proteggere il risultato.. bastano pochi minuti di poca concentrazione per ribaltare qualsiasi punteggio.

E a livello amatoriale questo aspetto è altrettanto importante come nel professionismo, fin da subito richiede un buon allenamento alla concentrazione e ricordarsi di non dare mai la partita per vinta, o persa, prima della fine.
La velocità, anche per questa ragione, ha importanza vitale perché può esserci più o meno favorevole a seconda della fase in cui ci troviamo e di come è il nostro gioco.




Ci sono infatti più aspetti soggetti alla velocità e in questo articolo vogliamo distinguere quella di gioco dalla velocità del contesto.

Iniziamo da quello forse meno evidente, ovvero la velocità del contesto.

Velocità del contesto

Quando stiamo vincendo e in generale, quando ci troviamo in una fase per noi positiva del match, tendiamo automaticamente ad essere più rapidi nei momenti “morti” della partita, quindi nel cambio campo come pure nel gestire il nostro turno di battuta.Stiamo bene o stiamo vincendo, ci sentiamo subito pronti a rientrare in campo e continuare il gioco.
Se invece siamo sotto con il punteggio, questi momenti di passaggio potrebbero aumentare il nostro senso di incalzamento da parte degli avversari che sono subito pronti a entrare in campo.
Il regolamento stabilisce dei tempi precisi nel cambio campo, nella pausa tra un set e l’altro e per effettuare la battuta (60 secondi, 90 secondi e 25 secondi).
Che tu stia vincendo o perdendo, è una buona regola imparare ad utilizzare tutti i secondi che hai a disposizione facendone l’uso migliore a seconda di come sta andando la partita.




È importante saper staccare dal campo, caricarsi e ricaricare le batterie quando va bene ed è importante utilizzare il tempo a disposizione per resettare e vedere una nuova strategia quando invece non sta andando bene.
È importante avere consapevolezza della gestione del tempo perché se non l’abbiamo, in campo si tenderà a seguire la velocità di chi sta andando più veloce, rischiando di andare su di giri perdendo lucidità, resistenza e mandando in fumo la propria strategia di gioco.

A livello amatoriale, a maggior ragione, gestire il tempo ci da un vantaggio ulteriore sugli avversari perché spesso nessuno considera i tempi di stacco, che rientrano a tutti gli effetti nella tattica del padel.

La velocità in campo

Ci sono giocatori che prediligono maggiormente colpi forti e rapidi, quindi un gioco veloce, mentre altri lavorano più in strategia e con colpi più chirurgici.
Sappiamo che è importante saper gestire la maggior variante di colpi possibile perché entrambi i modi sono corretti… se miscelati.

Intanto è importante comprendere che tipo di gioco prediligono i nostri avversari, se ne hanno uno prevalente, perché nel momento in cui dovessimo variare quella velocità o lentezza li metteremmo in un gioco meno confortevole.
Inoltre è importante durante il gioco, saper cambiare la velocità in modo imprevedibile.
Capitano scambi più lunghi dove magari il gioco è molto rapido, saper inserire un colpo morbido e lento ci permette di sorprendere gli avversari e interrompere magari una fase più rischiosa.

Laddove il gioco si sta facendo cadenzato, regolare e senza particolari punte, fintare un colpo tranquillo per uscire con un colpo rapido e basso, magari controtempo dell’avversario, facilmente regala un bel vincente.
Durante la partita è importante saper valutare la velocità di gioco anche per evitare di finire in scacco degli avversari… talvolta un gioco più veloce del nostro può infatti farci andare in tilt e giocare in ricorsa.
Se succede, è bene utilizzare tutti gli strumenti che abbiamo (il tempo tra un gioco e l’altro e la capacità di cambiare gioco agli avversari) per riprendere il controllo del nostro gioco!

Buon Padel a tutti

by Roberta Lozza

articoli correlati by Mr Padel Paddle:

Quando conviene invertire le posizioni del campo?