/Quale Green Pass dal 10 gennaio per giocare a Padel?

Quale Green Pass dal 10 gennaio per giocare a Padel?

CLICCA QUI PER AGGIORNAMENTO PER GIOCARE ALL’APERTO

Dal 10 gennaio per giocare a padel servirà il Green Pass Rafforzato per le strutture al chiuso mentre all’aperto non è richiesto il possesso di certificazione verde

Il decreto legge 229 – 30 dicembre e il successivo decreto legge n°1 del 7 gennaio prevedono l’estensione del Green pass rafforzato oltre che per palestre e strutture al chiuso anche per sport di squadra e centri all’aperto.
Non è chiaro però se l’estensione fosse valida anche per gli sport individuali all’aperto come Tennis e Padel.
Sul sito del Dipartimento dello Sport del Consiglio dei Ministri è uscito il 10 gennaio 2022 un aggiornamento delle Faq dove al punto 17 non si menziona, per la pratica di sport individuali (quali Tennis e Padel), il possesso di Green Pass Rafforzato come invece è previsto per sport di squadra e di contatto.




Le tabelle del Governo uscite il 31 dicembre e aggiornate il 10 gennaio relative alle attività consentite con/senza Green Pass invece parlano che :
– per gli sport di squadra e attività sportiva in centri e circoli sportivi al chiuso e all’aperto per le zone bianca,gialla,arancione è consentita solo tramite Green Pass Rafforzato
CLICCA QUI PER AGGIORNAMENTO PER GIOCARE ALL’APERTO

Riportiamo cosa dice il punto 17 delle Faq del Dipartimento dello Sport :

  1. Per cosa è richiesta la certificazione verde?

In riferimento alle certificazioni verdi, si rappresenta che fino al 9 gennaio in zona bianca l’accesso a eventi e competizioni sportivi, di cui all’articolo 5, e l’accesso a servizi e attività di piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, di cui all’articolo 6, limitatamente alle attività al chiuso, nonché agli spazi adibiti a spogliatoi e docce, con esclusione dell’obbligo di certificazione per gli accompagnatori delle persone non autosufficienti in ragione dell’età o di disabilità, è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi COVID – 19, di cui all’art. 9, comma  del DL 22 aprile 2021, n. 52 (cd certificazione verde “base”).

A partire dal 10 gennaio 2022, in zona bianca, gialla e arancione, sarà consentito esclusivamente ai soggetti in possesso di una delle certificazioni verdi COVID-19 di cui all’articolo 9, comma 2, lettere a), b) e c-bis) del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito con modificazioni dalla L. 17 giugno 2021, n. 87, (cd. certificazione verde “rafforzata”), nonché alle persone di età inferiore ai dodici anni e ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute:

  • l’accesso a eventi e competizioni sportive;
  • l’accesso, all’aperto e al chiuso, a servizi e attività di piscine, centri natatori, palestre, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, di cui all’articolo 6;
  • la pratica di sport di squadra e di contatto, sia al chiuso che all’aperto;
  • l’accesso agli spazi adibiti a spogliatoi e docce, in questo caso con esclusione dell’obbligo di certificazione anche per gli accompagnatori delle persone non autosufficienti in ragione dell’età o di disabilità;
  • l’accesso agli impianti sciistici.

COSA SI INTENDE PER GREEN PASS “RAFFORZATO”?

Va ricordato che il Green Pass “rafforzato” è ottenibile solamente da chi ha effettuato la vaccinazione o è guarito dal Covid-19. La certificazione “base”, invece, può essere ottenuta anche con un tampone molecolare o antigenico.

Faq aggiornata per le attività Indoor

È possibile svolgere attività sportiva in un circolo sportivo all’interno di un tendone tensostatico con aperture laterali o campi con coperture pressostatiche? Può essere considerata “attività sportiva all’aperto”?
AI fini delle disposizioni normative, il pallone tensostatico o campi con coperture pressostatiche sono da equipararsi ad un locale al chiuso.
Tuttavia, nelle zone ove sia possibile svolgere attività sportiva all’aperto presso centri e circoli sportivi, ma questa non sia consentita al chiuso, è possibile utilizzare gazebo e tensostrutture per attività sportive non di contatto solo con la garanzia di adeguata aereazione naturale e di ricambio d’aria senza l’ausilio di ventilazione meccanica controllata. In questi casi, pertanto si suggerisce che l’aerazione naturale sia garantita da aperture laterali dirette all’esterno pari ad almeno il 50% della superficie laterale della struttura, con una distanza non inferiore a 5 metri da eventuali mura o recinzioni confinanti con la struttura stessa.
In caso di utilizzo di strutture con copertura a cupola, ferma restando l’apertura laterale diretta all’esterno di superficie pari ad almeno il 50% della superficie laterale della struttura, è necessario anche l’utilizzo di aspirazione ed espulsione d’aria dalla sommità della struttura stessa.

Ecco il link per accedere a tutte le faq aggiornate:  Faq del Dipartimento dello Sport

Link : Tabelle Attività consentite

Buon padel a tutti

by Mr Padel Paddle

articoli correlati:

Decreto Covid: Cosa cambia per il Padel dal 6 dicembre

fonti:

Faq dipartimento dello sport

Tabelle governo attività consentite