Top Interviste

Carlotta Casali: Il 2022 inizia alla grande!

Il 2022 di padel inizia subito alla grande per la nostra Carlotta Casali che vince il grande slam di Lleida della Federazione Catalana in coppia con la spagnola Anna Cortiles

Risultato di valore per la nostra azzurra in quanto in finale ha sconfitto la forte coppia spagnola Canovas (n. 39 del ranking WPT) e Clasca (n. 49) e in semifinale Herrada-Eulalia.

Abbiamo intervistato la Casali per scoprire i suoi obiettivi per quest’anno 

Per te è stato un anno importante, numero 75 al mondo, ottimi risultati al WPT e ai Challenger ci tracci un bilancio del tuo 2021?
Soddisfatta o si poteva fare di più? Senza dubbio è stato un anno di grande crescita. Ho ottenuto buoni risultati, vinto contro avversarie che di solito mi battevano e lottato partite in cui a priori ero molto sfavorita (contro Castello-Collombon, contro Tavalan-Rufo etc). Non nascondo che ci sono stati anche momenti negativi, come il finale di stagione da cui mi aspettavo di più, ma ho avuto poca sintonia in campo con la mia ultima compagna e i risultati ovviamente non ci hanno accompagnate.

 Come si sta svolgendo la tua pretemporada 2022?
La grande novità è che da qualche mese mi sta seguendo fisicamente mio padre che è un genio assoluto (è stato il preparatore atletico per esempio del Perugia e dell’Udinese calcio). In un padel sempre più fisico credo che è un privilegio enorme, e spero che i grandi allenamenti che stiamo facendo si rifletteranno nei risultati. 

Hai già deciso quale sarà la tua compagna per la nuova stagione?e quali saranno i tuoi obiettivi 2022? Giocherò il WPT con Patri Martínez. Obiettivi di ranking sono difficili da porsi, perché dipendono anche da fattori esterni a te stessa (non ultimo la questione dei circuiti professionistici ancora da definire).

Con quale racchetta giochi? Quali sono le caratteristiche qualitative della tua pala?
Ancora non ho annunciato con che marca giocherò quest’anno. Sarai il primo a saperlo appena potrò renderlo ufficiale! 🙂

Quale è la tua giocatrice di padel che più ti piace sia dal punto di vista tecnico che tattico?
Da ognuna cerco di imparare qualcosa, ma penso sia meglio non idealizzare nessuno dato che l’obiettivo è poter entrare in campo con la idea di avere una opportunità di vittoria contro chiunque. er te è stato un anno importante, numero 75 al mondo, ottimi risultati al WPT e ai Challenger ci tracci un bilancio del tuo 2021? Soddisfatta o si poteva fare di più? Senza dubbio è stato un anno di grande crescita. Ho ottenuto buoni risultati, vinto contro avversarie che di solito mi battevano e lottato partite in cui a priori ero molto sfavorita (contro Castello-Collombon, contro Tavalan-Rufo etc). Non nascondo che ci sono stati anche momenti negativi, come il finale di stagione da cui mi aspettavo di più, ma ho avuto poca sintonia in campo con la mia ultima compagna e i risultati ovviamente non ci hanno accompagnate

Buon Padel a tutti
by Mr Padel Paddle
articoli correlati :
Minorca: Casali accede al Cuadro  del World Padel Tour 
Master Cascais World Padel Tour : Casali entra nel Cuadro 

Articoli correlati

Julieta Bidahorria: La pantera del Padel

Mr Padel Paddle

Belasteguin: Il futuro del Padel è solo sotto la FIP

Mr Padel Paddle

Padel Club: LA “SPEEDY GONZÁLEZ” DEL PADEL

Mr Padel Paddle