Padel Internazionale

Associazione giocatori PPA: Il WPT è diventato un circo amatoriale

Durissimo attacco della giunta direttiva dell’Associazione dei giocatori PPA presieduta da Ale Galan che con una lettera al Direttore Generale del WPT  mostra tutto il loro disprezzo nel modo di agire dei proprietari del circuito.

La critica mossa nei confronti del WPT dall’associazione dei giocatori professionisti è in particolare per due fatti recenti avvenuti:
– è stata assegnata una wild card per il Miami Open prima tappa del World Padel Tour all’organizzatore del torneo di Miami che è un giocatore amatoriale  togliendo spazio ai giocatori professionisti del circuito;
– la decisione di togliere i punti ai giocatori dei tornei FIP è stata presa senza interpellare i giocatori ma in modo unilaterale dagli organi di governo del Wpt.
Nella parte conclusiva della lettera si evince tutto il disprezzo dell’Associazione nei confronti dell’operato del WPT.
Bisogna capire adesso quali saranno le ripercussioni e cosa accadrà.

“Il suo modello rappresenta più un circo amatoriale e commerciale pienamente consolidato dalle sue ultime azioni, che un circuito professionistico promosso da protagonisti e regolato dal corrispondente organismo federativo”

Ecco la lettera a inviata al DG del World Padel Tour dalla giunta

Caro signor Hernando,

Attraverso questo, la Professional Padel Association è costretta a contattarti, in relazione agli ultimi eventi di cui siamo stati a conoscenza in relazione al campionato che è di proprietà della società che rappresenti e al quale non abbiamo scelta ma per fare i seguenti commenti;

In primo luogo, dobbiamo esprimere la nostra assoluta discrepanza con il modo di agire e in particolare per quanto riguarda le decisioni su aspetti essenziali del campionato; in cui il gruppo dei giocatori non solo non è stato consultato, ma è venuto a conoscenza delle decisioni quando sono già state adottate e sono state praticamente già eseguite.

Sinceramente dobbiamo dire con il massimo rispetto e dato il dovere che noi giocatori abbiamo riguardo al presente e al futuro del nostro sport, che comprendiamo che ciò non è ragionevole e mostra solo disinteresse e quasi disprezzo per una parte che non è solo necessaria , ma essenziale. , per qualcosa che vuole essere inteso come uno sport, proprio come lo sono gli atleti stessi.

In secondo luogo, e passando ai fatti specifici, abbiamo voluto dimostrare che il fatto che, nel prossimo torneo di Miami, già iniziato nei turni precedenti e che nel suo sorteggio finale è iniziato il 22 febbraio 2022, è del tutto discrezionale per assegnare Wild Card del tavolo finale a persone al di fuori del campo professionistico di questo sport. Dall’associazione promuoviamo il padel in tutte le sue aree e tra questi c’è il padel amatoriale, ciò che non può essere tollerato sono le continue molestie che Setpoint Events SA infligge costantemente al nostro sport e ai professionisti che lo praticano.

Lo spirito di una Wild Card dovrebbe essere quello di promuovere il padel in tutto il mondo, dando ai giovani talenti locali l’opportunità di promuoversi e misurarsi con i migliori giocatori del circuito, non assegnando arbitrariamente queste Wild Card a persone che lo praticano in modo amatoriale e che tolgono inoltre il loro posto nel sorteggio finale agli atleti professionisti.

Capiamo sinceramente che questo fatto prostituisce e stravolge i principi di base che devono regolamentare ed essere presenti in ogni attività che si vuole configurare come sport; come l’equità, la parità di trattamento, l’auto-miglioramento, la ricompensa basata sulle prestazioni personali e innumerevoli altri che hanno reso lo sport mondiale ciò che tutti conosciamo oggi in altri sport e che purtroppo non sempre si trovano nei nostri regali. Comprendiamo che non avranno consultato questo fatto nemmeno con la nostra federazione internazionale, poiché siamo sicuri che come massimo organo di regolamentazione del nostro sport sarebbe stato totalmente contrario a questa mercificazione della competizione.

Come se quanto sopra non bastasse, ieri i giocatori sono stati informati di una decisione formale già adottata, sulla quale bisogna insistere ancora e non ci è stato chiesto né informato in quanto tale di cambiare e modificare il modo di calcolare la propria Classifica.

Questo fatto è molto grave, poiché si è consapevoli del danno di fatto che questo cambiamento comporta, non per i giocatori classificati in cima alla loro classifica, ma proprio per quelli che stanno più in basso (di cui noi come associazione non ci preoccupiamo ). molto diverso da te)

Un cambio di classifica, senza considerare i giocatori che sono gli unici interessati da tale cambio, mostra ancora una volta il loro interesse a mercificare ogni singolo aspetto del loro campionato, oltre a un assoluto disprezzo per il giocatore che è per te un semplice mezzo per raggiungere i propri fini aziendali.

Tutto quanto sopra espresso conferma solo che da Setpoint Events SA non c’è alcun incoraggiamento o intenzione di fare progressi nel padel se tale progresso non include quello della tua azienda privata, prendendo tutte le decisioni arbitrarie che ritieni appropriate per i tuoi interessi, sottovalutando questo sport. e al gruppo di professionisti che questa associazione rappresenta.

In sintesi, l’ultima comunicazione di Setpoint Events SA ai giocatori che screditava i punti in classifica ottenuti nei tornei ufficiali organizzati dalla Federazione Internazionale del nostro sport, unitamente alla sua famigerata decisione di assegnare Wild Cards nei tornei WPT a giocatori non professionisti, Non è solo una cosa senza precedenti nello sport, ma conferma ancora di più la situazione vergognosa in cui la vostra azienda sta portando il nostro sport. Concretamente e attraverso le tue azioni continui a:

• Minare la piena professionalizzazione del nostro sport e l’integrità della competizione sportiva, manipolando le regole e assegnando Wild Card a persone di loro scelta.

• Promuovono indiscriminatamente un circuito ancora più chiuso, privato e completamente segregato dalla Federazione e dall’organo di governo dello sport, il tutto in contrasto con il modo in cui gli sport professionistici sono apertamente amministrati e governati in tutto il mondo.

• Mancare di rispetto e minacciare la posizione, l’onore e la libertà dei giocatori (senza i quali, come promemoria, non ci sarebbe il WPT in primo luogo), non consultandosi, agendo unilateralmente e abusando palesemente della loro posizione in modo tale che, ora i giocatori di livello inferiore, sia maschi che femmine, sono effettivamente messi da parte per le loro ultime azioni.

Il suo modello rappresenta più un circo amatoriale e commerciale pienamente consolidato dalle sue ultime azioni, che un circuito professionistico promosso da protagonisti e regolato dal corrispondente organismo federativo.

Buon padel a tutti
by Mr Padel Paddle
articoli correlati:
World Pádel Tour: No punti FIP validi per ranking
Cupra FIP Tour inizia la stagione 
Il circuito FIP -QSI in dettaglio 
WPT : Il calendario ufficiale 2022
E’ scontro frontale nel Padel: Associazione giocatori vs WPT
Bomba nel Padel: Nuovo Circuito con lo sceicco Al Khelaifi

Articoli correlati

Galan e Lebron ad un passo dalla storia del World Padel Tour

Mr Padel Paddle

Italia maschile quinta al Mondiale !

Mr Padel Paddle

Malaga Open, grande spettacolo in Costa del Sol

Mr Padel Paddle