Top Interviste

Rodri Ovide : Il coach dei Campioni di Padel

Rodri Ovide è senza alcun dubbio uno dei personaggi più noti del padel professionistico mondiale

Ex numero 1 del circuito APP tour nel 2003, ha allenato alcuni tra i più importanti giocatori del circuito tra cui:  Valeria Pavón, Catalina Tenorio, Cecilia Reiter, Carolina Navarro, Lucia Sainz tra le donne; Sebastián Nerone, Sanyo Gutiérrez, Maxi Sánchez, Agustin Silingo, Juan Martin Diaz e Ramiro Moyano per gli uomini.

Attualmente Rodri Ovide è il coach delle n.1 del ranking femminile Triay-Salazar e della esplosiva coppia maschile Navarro-Di Nello.

A quale età hai iniziato a giocare a padel e quali risultati hai ottenuto nella tua carriera?

A 12 anni, ma già a 14 ho iniziato ad allenarmi più seriamente con Nito Brea.
Nel 1996, a 16 anni ho esordito nel tabellone principale di un torneo professionistico dell’APP Tour e poi nel 2003 sono diventato n.1 del circuito.
Nel corso della mia carriera ho vinto 20 titoli come professionista in Argentina, nazionale di cui ho fatto parte nel 2008 ai mondiali in Canada.

A che età sei diventato un allenatore professionista?

Era il 2009 ed avevo 29 anni; ringrazio Gaby Reca e Bebe Auguste che mi diedero la possibilità di allenarli da quell’anno in poi.

Cosa ti piace del tuo lavoro?

Sono un appassionato di padel da una vita ed adoro essere vicino a giocatori professionisti, ma anche dilettanti; sono molto motivato ed il mio obiettivo è cercare di aiutare ognuno di loro a migliorarsi e dare sempre il meglio di se in campo.

La partita indimenticabile?

Il quarto di finale del Master del 2003 insieme a Federico “cutu” Pérez Millán, quando battemmo Lamperti e Gattiker.

Dei giocatori che hai allenato, cosa ti ha colpito di più?

In verità la cosa che mi ha sorpreso di più è che alleno molti giocatori di altissimo livello, con caratteristiche e abilità diverse. Ma al di là degli aspetti tecnici, quello che mi colpisce di più è il fattore mentale, ossia quella capacità di ognuno di loro di non perdere la concentrazione e di non dare mai nulla per scontato.

Il rimpianto più grande?

E’ stato quello di aver capito il vero gioco del padel solo dopo aver smesso di fare le competizioni. All’epoca avrei anche potuto imparare meglio la tecnica dei vari colpi ed oggi che faccio l’allenatore mi rendo conto che probabilmente se lo avessi fatto, avrei potuto giocare qualche anno in più, prima di ritirarmi.

2021…soddisfatto?

Il bilancio è stato molto buono e le aspettative erano alte con due coppie così forti…anche se poi bisogna sempre dimostrarlo con i fatti. I miei giocatori hanno dato il 100% e questo mi rende soddisfatto.

Quali aspettative per il 2022?

Sempre le stesse, lavorare giorno dopo giorno dando il massimo e studiando gli avversari per cercare di vincere tante partite; e poi continuare a far progredire le mie coppie nel gioco per confermare almeno i risultati dello scorso anno.

Pregi e difetti?

Penso che la mia più grande virtù sia ascoltare, cercare sempre il dialogo ed avere molta pazienza; il mio peggior difetto è lo stesso ahahah…ogni tanto penso che dovrei cambiare.

Quale è l’Hobby preferito di Rodri Ovide?

Suonare la batteria e cucinare; adoro fare la cheesecake.

Cosa ne pensi del padel italiano?

Sta crescendo molto e penso che i giocatori italiani che partecipano al WPT abbiano un’opportunità unica per passare alla storia del padel italiano come i primi grandi giocatori di questo sport. Penso anche che il circuito femminile abbia più possibilità rispetto al maschile perché ha davvero delle bravissime giocatrici che stanno evolvendo velocemente.

Qual è il tuo sogno?

Potermi divertire con il padel ancora per tanti anni e godermi la mia famiglia ed i miei amici per tutta la mia vita.

articoli correlati Mr Padel Paddle:

Gemma Triay: l’intervista alla Regina del Padel

Bullpadel è la nuova racchetta della Regina del Padel Gemma Triay

Articoli correlati

Michele & Denny: La Spagna non è più così lontana

Mr Padel Paddle

Aranzazu Osoro: La Vichinga del Padel

Mr Padel Paddle

Miguel Yanguas: Modestia e talento per stupire tutti

Mr Padel Paddle