Padel Internazionale Top Interviste

Miguel Yanguas: Modestia e talento per stupire tutti

miguel yanguas

Nato a Málaga il 18 marzo del 2002, Miguel Yanguas Diez (Mike per tutti) è uno dei giovani emergenti su cui punta il padel del “domani”

Attualmente occupa la posizione n.21 del ranking WPT (n.19 nella Race 2022), è un giocatore drive (occupa la posizione di destra).
Lo scorso anno Miguel Yanguas insieme all’ex compagno e veterano Miguel Lamperti ha firmato un’impresa al Sardegna Open di Cagliari, battendo negli ottavi ed a soli 19 anni…dopo una lunga battaglia durata 2 ore e 37 minuti, i campioni argentini Sanyo Gutierrez e Fernando Belasteguin, teste di serie numero due del torneo.
Ha giocato al World Padel Tour 153 partite, con un coefficente di vittorie (93) pari al 60%.

In questa stagione Miguel Yanguas sta coppia con un’altra giovane promessa, lo spagnolo di 23 anni Jorge Nieto Ruiz detto Coki Nieto, oer adesso in 4 tappe del World Padel Tour hanno raggiunto una semifinale a Reus e tre volte eliminati ai sedicesimi di finale

Quando hai iniziato a giocare a padel?

Ho iniziato all’età di 6 anni, con mio padre ed alcuni suoi amici.

Cosa ti piace del padel?

Lo amo perchè crea aggregazione e nuove amicizie sia a livello professionistico, che tra gli amatori. È uno sport che caratterizzato dal suo grande valore sociale.

A quale età sei diventato professionista?

Sono diventato un giocatore professionista a 15 anni ed è proprio allora che ho iniziato a vincere le mie prime partite ed a gareggiare con i grandi.

La tua partita indimenticabile?

Penso che debba ancora venire ed anche se sono giovane ricordo con piacere le 3 vittorie alle finali mondiali juniores. Di questi ultimi tornei senza dubbio non dimentico la semifinale in Messico e quella di Reus, dove abbiamo sfiorato di andare in finale.

Di ogni compagno che hai avuto cosa ti ha impressionato di più di ognuno di loro?

Di Ivan Ramirez, la sua potenza; con Miguel Lamperti l’esperienza ed il sangue freddo nei momenti importanti; di Coki la sua velocità e la fortuna di avere sempre vicino un compagno su cui contare.

Se dovessi allenare una coppia maschile ed una femminile?

I due “maghi” Tapia e Gutierrez, che se ne inventano sempre una, facendo delle giocate sensazionali. Nelle donne Tamara Icardo e Delfi Brea, a mio parere sono una coppia molto forte e con ottime prospettive di crescita.

Il tuo maggior rammarico?

A Valencia nel 2020, abbiamo avuto una grande opportunità per arrivare ai quarti di finale e purtroppo abbiamo perso, sarebbe stato un bel colpo.

Se dovessi tracciare un bilancio del 2021, ti ritieni soddisfatto?

Si, molto. E’ stato una stagione molto positiva. Abbiamo giocato contro delle coppie molto forti ed in alcune occasioni potevo fare meglio e questo un po mi pesa.

Quali obiettivi avete per questa stagione?

Il mio obiettivo principale insieme a Coki Nieto è di essere molto competitivi e soprattutto entrare al Master Finale, per affrontare tutte le coppie sopra di noi in classifica e batterle.

Pregi e difetti?

Ho un carattere positivo ed una mentalità vincente durante la partita ed anche nei momenti di tensione; mentre come difetto direi che ho poca pazienza.

Colpo preferito e quello su cui migliorare?

Il mio tiro preferito è il “dropshot” di rovescio, è un colpo su cui lavoro molto e mi viene molto bene, mentre devo migliorare sullo smash, lo devo utilizzare di più.

Ci parli della tua racchetta?

Il modello con cui giocherò quest’anno è la Varlion Summum Prisma. E’ una pala con un ottimo controllo e potenza ed ha un punto dolce molto ampio. Ti aiuta molto ad indirizzare la palla dove vuoi, sono molto contento della mia scelta.

Come passi il tuo tempo libero?

Mi piace mangiare, stare con la mia famiglia e giocare a tennis di tanto in tanto quando vado al mare in Andalusia in vacanza.

Cosa ne pensi dello sviluppo del padel in Italia e nel mondo?

Ha un potenziale enorme e si sta espandendo velocemente con l’apertura di tanti club e campi. Sono certo che la chiave saranno le scuole, per far conoscere il padel a tante persone.

Il tuo sogno nel cassetto?

Essere il numero 1 al mondo e che tutti mi possano ricordare come una persona umile e per bene a cui la gente vuole bene.

Buon padel a tutti

by Mr padel Paddle

articoli correlati:

Coki Nieto: “Con Miguel Yanguas Padel Spettacolo!”

 

Articoli correlati

Pappacena e Marchetti ad un passo dal Cuadro del Miami Open WPT

Mr Padel Paddle

Alicante Open WPT: Domani quarti di finale da urlo

Mr Padel Paddle

Valladolid Master: Orari e dove vederlo

Mr Padel Paddle