Top Interviste

Veronica Virseda: Il Padel è social!

Nata a Toledo il 1 luglio 1992, Verónica Virseda Sánchez è la n. 22 del ranking; laureata in educazione fisica, è una delle giocatrici più instancabili del circuito, sempre motivata e spettacolare in campo.

Da alcuni anni si sta occupando di migliorare in particolare la sua parte tecnica, sotto la direzione di Maxi Castellote, della Varlion Academy e di Rober Ochando, come suo preparatore fisico. Questo binomio le ha permesso di migliorare moltissimo nelle ultime due stagioni.

Nelle prime 6 tappe del WPT 2022 Veronica Virseda ha raggiunto due volte i quarti di finale e due la semifinale, insieme alla sua compagna, la madrilena Barbara Las Heras Monterde con cui punta ad entrare tra le prime 8 coppie del ranking  per partecipare al master finale.

VOTA MR PADEL PADDLE BLOG DELL'ANNO

Ha giocato nel World Padel Tour 185 partite con una percentuale di vittorie (87) del 47%.

Quando hai iniziato a giocare a padel?
Ho iniziato quando avevo 19 anni

Cos’è che ami di più del padel?
La sua socialità.

A che età sei diventata un’atleta professionista?
A 23 anni

La partita indimenticabile?
Al WPT di Reus, è stata la prima volta che sono entrata in semifinale ad un Open battendo la coppia Collombon-Castello.

Di ogni compagna che hai avuto quale il suo skill che più ti ha impressionato?
In generale, la tranquillità e la sicurezza che mi hanno trasmesso quando sono nella fase difensiva.

Se dovessi allenare una coppia maschile e femminile chi sceglieresti?
Sceglierei Bella-Coello per gli uomini e Patty-Riera nelle donne.

Il tuo maggior rammarico in carriera?
La semifinale persa all’Open di Reus.

Se dovessi tracciare un bilancio del 2021, ti ritieni soddisfatta o potevi fare di più?
La stagione passata è stata complicato, soprattutto all’inizio perché non sono riuscita a trovare la mia dimensione in campo, fino a quando a fine anno, cambiando partner e passando a fare coppia con Barbara Las Heras, ho iniziato a essere me stessa e tutto è andato meglio .

Quali sono le aspettative che hai per questa stagione?
Terminare l’anno tra le prime 8 coppie in classifica per poter disputare il master finale.

Il tuo maggior pregio e il tuo peggior difetto?
Come virtù la perseveranza, mentre il mio peggior difetto è l’impazienza.

Quale è il tuo colpo preferito e quello su cui devi migliorare?
Il mio “cavallo di battaglia” è la volèe di dritto, mentre devo migliorare nella precisione sui pallonetti.

Con quale racchetta giocherai e quali sono le sue caratteristiche che apprezzi di più?
Con la Varlion Prisma Bourne Summun. È una racchetta molto potente, progettata principalmente per giocatori aggressivi che sono anche molto portati per la fase difensiva.

Nel tuo tempo libero quali sono i tuoi hobby preferiti?
Fare passeggiate con il mio cane o da sola in mezzo alla natura.

Cosa ne pensi del movimento in Italia?
È cresciuto molto negli ultimi anni e si stanno facendo molte cose belle, come eventi, tornei, apertura di nuovi club, e soprattutto si vedono anche degli ottimi risultati a livello di giocatori.

Qual’è il tuo sogno nel cassetto?
Diventare la numero 1 perché è su questo su cui lavoro ogni giorno.

Buon Padel a tutti

by Mr Padel Paddle

articoli correlati:

Victoria Iglesias 

Articoli correlati

Un 2022 con tante novità per la Stellato

Mr Padel Paddle

Coki Nieto: “Con Yanguas Padel Spettacolo!”

Mr Padel Paddle

Carolina Orsi : Sono carica per un grande 2022 di Padel

Mr Padel Paddle