Padel Internazionale

Brussels Premier Padel P2: La prima di Chingotto e Galan

La ‘prima volta’ di Fede Chingotto e Ale Galan, la conferma di Delfi Brea e Bea Gonzalez.

Il Lotto Brussels Premier P2 ha emesso i suoi verdetti e se nel tabellone femminile a conquistare il titolo è stata la coppia che si era imposta anche nel torneo precedente (il P2 di Puerto Cabello) grazie al successo in due set su Gemma Triay e Claudia Fernandez, in quello maschile c’è stato un passaggio di consegne: l’argentino e lo spagnolo, al secondo torneo insieme, hanno superato in tre set (6-4, 6-7, 6-2) i numeri uno del seeding Arturo Coello e Agustin Tapia prendendosi la rivincita dopo la sconfitta in Venezuela e interrompendo la loro striscia di successi.

Una finale entusiasmante e dalle mille emozioni, che Chingotto e Galan hanno in pratica dovuto vincere due volte dopo aver fallito cinque match-point nel secondo set. Con questa vittoria Ale Galan piazza il sorpasso su Tapia e si prende la seconda posizione del Ranking FIP. Ora il circuito si sposta in Spagna, in Andalusia, con il Sevilla Premier Padel P2 in programma da martedì 30 aprile a domenica 5 maggio.

MASCHILE

Chingotto e Galan partono più convinti nel primo set e ottengono il break nel gioco d’apertura, riuscendo a vincerlo dopo aver fallito tre break point. Coello e Tapia reagiscono e “inchiodano” il 3-3 con un punto pazzesco, riportando l’incontro in equilibrio. Ma la coppia numero 3 del seeding toglie di nuovo il servizio agli avversari nel game successivo e riesce a conquistare il primo set 6-4 in 46 minuti, grazie soprattutto a una maggiore precisione. Il secondo set corre via sul filo dell’equilibrio, fino al settimo game, quando Chingotto e Galan ottengono il break per poi portarsi sul 5-3. Coello (numero 1 del ranking FIP) e Tapia (numero 2) sembrano mollare, ma trovano risorse insperate e dopo aver annullato complessivamente cinque match-point riescono a portare il set al tie-break.

Che si aggiudicano 7-4 in un’ora e un minuto, portando al terzo set la finale per la gioia del pubblico del Campo Centrale. Chi si aspetta che Chingotto e Galan subiscano il contraccolpo psicologico dei match-point falliti, però, deve ricredersi: l’argentino e lo spagnolo, infatti, tolgono il servizio ai rivali nel secondo game e, dopo aver annullato cinque palle break sul 3-1 in loro favore, chiudono 6-2 al termine di una sfida durata complessivamente 2 ore e 26 minuti. Dopo diciotto vittorie consecutive si interrompe la striscia vincente di Coello e Tapia, alla seconda sconfitta in stagione (su 24 partite giocate).

“Cerco di non emozionarmi troppo, devo ringraziare Ale e tutta la mia squadra”, le parole di Chingotto, al suo primo successo nel Premier Padel dopo cinque finali, “E’ una piccola dimostrazione di quello che possiamo fare, siamo stati uniti e voglio complimentarmi con Coello e Tapia che sono a un livello incredibile e vinceranno tantissimi tornei questa stagione. Alla mia famiglia avevo promesso questo momento, alla fine è arrivato”.

Giustamente soddisfatto anche Galan: “Voglio ringraziare tutto lo staff e soprattutto Fede, un giocatore incredibile. Non abbiamo troppo tempo per festeggiare perchè siamo concentrati su Siviglia, ma vincere qui a Bruxelles è stato bellissimo. All’inizio di un progetto non puoi fissarti obiettivi troppo alti, però con ore e ore di allenamento stiamo crescendo tanto: abbiamo fatto finale nell’ultimo torneo, dove Coello e Tapia erano stati più bravi. Oggi credo che tutta la partita abbiamo giocato a un livello molto alto, anche mentalmente dopo le occasioni sprecate. Speriamo di mantenere questo livello anche nelle prossime settimane”.

DONNE

Nella finale femminile, sono Triay e la 18enne Fernandez, la “Niña Maravilla” del padel, a partire con il piede giusto: la coppia spagnola, numero 3 del seeding, riesce a piazzare il break al quarto gioco e a portarsi sul 3-1 in suo favore.

Brea e Bea si scuotono, alzano il livello del gioco e rovesciano le sorti del set, conquistando quattro game consecutivi prima di chiudere 6-4 in un’ora e un minuto, grazie soprattutto a 20 colpi vincenti. Nel secondo set Brea (numero 5 del ranking FIP) e Gonzalez (numero 4) strappano subito il servizio alle rivali nel game d’apertura e scattano 2-0: Triay e Fernandez continuano a lottare, hanno due palle break per rientrare in partita ma non riescono a sfruttarle e sul 4-2 perdono per la seconda volta la battuta. Brea e Bea servono per il match, ma a loro volta subiscono il break prima di chiudere con un altro 6-4 in un’ora e 51 minuti di partita, dopo aver annullato altri due break-point.

Per le numero 2 del tabellone è il secondo trionfo consecutivo dopo quello al P2 di Puerto Cabello – al P1 di Riyadh si erano invece fermate in finale – mentre Triay e Fernandez, frenate da 40 errori non forzati, si arrendono ancora a un passo dal titolo, come era accaduto loro al Major in Qatar contro Ari e Paula. “Grazie al pubblico, grazie a tutti quelli che sono venuti qui a Bruxelles, è stata davvero una settimana da sogno e siamo molto contente di aver giocato qui di fronte a tantissima gente.

La finale è stata molto difficile, vorrei semplicemente mandare un pensiero alla mia famiglia che mi è sempre vicina”, le parole dopo la vittoria di Delfi Brea. “Una settimana spettacolare, fin dal primo giorno abbiamo dovuto lavorare sodo per vincere le nostre gare: possiamo festeggiare!”, conferma una sorridente Bea Gonzalez, “Sono felice, ringrazio anch’io la famiglia: se siamo qui è grazie a loro che ci hanno dato la possibilità di dedicarci al padel sin da quando eravamo piccole”.

Ordine di gioco di oggi

Risultati Tabellone principale

 

Buon padel a tutti

by Mr Padel Paddle

articolo correlati di Mr Padel Paddle:

Calendario Premier Padel, le tappe, montepremi e punteggi

Articoli correlati

Premier Padel GNP Mexico: Di Giovanni-Salandro in Cuadro

Mr Padel Paddle

Ranking World Padel Tour: Balzo delle italiane !

Mr Padel Paddle

Adeslas Open 2020: Italiane in campo

Mr Padel Paddle
Mr Padel Paddle