Padel Internazionale

Carraro alle Federazioni: “Il 2024 sarà un anno cruciale!”

Il presidente della Federazione internazionale di Padel Luigi Carraro ha scritto ad inizio anno a tutte le Federazioni nazionali ricordando l’anno straordinario che è stato il 2023 per il padel e cosa ci aspetterà in futuro!

Cari amici Presidenti,
Nell’istante in cui ho deciso di scrivere questa lettera di saluto e buon auspicio per l’anno che è appena iniziato, ho ragionato sulla bellezza di momenti come questo.
Momenti in cui si viaggia a ritroso nel tempo riassaporando le emozioni di un anno straordinario, mentre si accarezzano i progetti e gli obiettivi del futuro. Ecco, normalmente e per prima cosa, in frangenti simili ci si sofferma a riflettere su quanto accaduto nell’anno appena trascorso, ripercorrendone fatti ed emozioni e riassaporando le conquiste sportive raggiunte assieme a tutti voi.

Poi, ci si concede al domani disegnando un futuro immaginato, che sarà certezza se continueremo a lavorare e ad essere uniti nello spirito di una grande famiglia, così come abbiamo fatto finora. E allora si elencano progetti, traguardi, novità e si viaggia nel futuro di quel mondo dello sport – il nostro sport, il padel – che fin qui abbiamo modellato in nome di identica passione, entusiasmo, voglia di mettersi a disposizione gli uni per gli altri.

E qui devo confessare che non è stato semplice dividere in modo preciso e analitico il passato dal futuro. E cioè separare quanto realizzato l’anno scorso da quanto faremo in questo 2024.
Anzi, vi dirò che per quanto ci abbia provato, non mi è stato possibile. Perchè tutto ciò che la grande famiglia FIP ha realizzato nel 2023 – perdonate il paradosso – è il passato che non passa e diventa futuro. Questo perchè ciò che è stato è ciò che sarà.
Ripenso al grande successo dei Giochi Europei di Cracovia, che oltre ad esaltare il modello di competizione a squadre, hanno tracciato una via precisa verso l’obiettivo olimpico; Al raggiungimento di un traguardo straordinario: aver creato un solo calendario e un solo ranking governati dalla FIP; Allo straordinario successo del Mondiale Juniores in Paraguay – sostenuto da un Paese intero – che ha detto chiaramente come il futuro del nostro sport sia custodito nel talento dei giocatori più giovani; E, ancora, all’emozione dei Giochi Panamericani in Venezuela, che hanno confermato quanto il nostro sport sia unito e globale nello sforzo di tutte le Federazioni della famiglia FIP.

Ognuno di questi grandi eventi del 2023 ha rappresentato un trampolino verso il futuro.
Un futuro nel quale viaggeremo tutti insieme, decisi e veloci. Uniti verso gli obiettivi.
E’ proprio quest’ultimo il concetto cardine in cui dobbiamo identificarci: l’essere uniti. E non è un caso che finalmente avremo un solo grande circuito professionistico con Premier Padel in un calendario unico che comprende anche il Cupra Fip Tour – spina dorsale della disciplina nei cinque continenti – e un solo unico ranking maschile e femminile. Tutto questo, governato dalla FIP.


Siamo riusciti a mettere la FIP e le federazioni nazionali al centro dello sport mondiale e in virtù di questa unità di intenti ed entusiasmo, renderemo sempre più belle, performanti e importanti le competizioni juniores e seniores, individuali e a squadre.

A poche ore dall’inizio di questo 2024 che si preannuncia cruciale per il mondo del padel, posso dire che guardo al futuro con serenità e la consapevolezza che lavorando tutti insieme, uniti come abbiamo fatto finora, non troveremo limiti che non si possano abbattere nel costruire un grande, straordinario futuro per il nostro amatissimo sport“.

Buon padel a tutti

by Mr Padel Paddle

articoli correlati:

Milano Premier Padel P1 : E’ ufficiale a dicembre

 

Articoli correlati

Anche Canal Plus trasmetterà la Premier Padel in 60 paesi

Mr Padel Paddle

Il WPT Sardegna Open su Sky Sport Arena in diretta!

Mr Padel Paddle

Non ce n’è per nessuno! Tapia e Coello trionfano a Mendoza

Mr Padel Paddle
Mr Padel Paddle