Padel Internazionale

Il WPT perde la causa per fermare il circuito Premier padel

causa premier padel world padel tour

il World Padel Tour aveva avviato una causa legale a maggio 2022  per fermare premier padel, ma la richiesta è stata respinta dal tribunale di madrid

 

Comunicato stampa Premier Padel

In un nuovo e importante colpo legale per Setpoint Events S.A., proprietari del World Padel Tour (WPT), questa settimana il tribunale commerciale n.15 di Madrid ha completamente respinto la richiesta presentata da WPT per fermare il nuovo circuito Premier Padel e prevenire giocatori di partecipare a questo campionato.
Dall’inizio di quest’anno, il WPT ha intrapreso una guerra legale senza precedenti contro l’intera comunità di padel – giocatori professionisti, l’International Padel Federation (FIP) e chiunque sia legato al nuovo Premier Padel tour – cercando di impedire la competizione aperta e mantenere il suo monopolio di un decennio sui circuiti professionali del padel.
La sentenza di questa settimana a Madrid è solo l’ultimo risultato infruttuoso e dannoso per il WPT.

Nel maggio 2022, il WPT ha intentato una causa davanti al tribunale commerciale n. Il WPT ha intentato causa per aver incoraggiato i giocatori a violare l’obbligo di esclusività nei loro contratti con il WPT e partecipare ai tornei Premier Padel.
Il WPT ha anche richiesto un’ingiunzione per fermare il circuito Premier Padel, che secondo il WPT, tra le altre cose, violava gli obblighi dei giocatori di partecipare esclusivamente a tutti i tornei WPT secondo i loro contratti con l’organizzazione. Questa settimana il Tribunale commerciale n. 15 di Madrid ha respinto completamente queste misure cautelari, ritenendo che non vi fosse alcuna base giuridica per esse e affermando anche che:
. Gli attuali contratti WPT gli conferiscono il controllo quasi assoluto dello sport del padel, a causa della combinazione di esclusività WPT, periodi di restrizione e altre misure legali, il che rende impossibile l’esistenza di altri tornei.
• I giocatori professionisti di padel hanno tutto il diritto di cercare opportunità e condizioni migliori in altri circuiti. Il fatto che Premier Padel abbia migliorato le condizioni dei giocatori non è illegale.
• L’esistenza del WPT come tour dovrebbe dipendere da una competizione aperta, non da pressioni sui giocatori affinché si attengano all’esclusività.
• Premier Padel non impone l’esclusività o restringe il WPT, con giocatori che giocano regolarmente in entrambi i circuiti; infatti, il WPT ha persino aumentato il suo calendario dal lancio di Premier Padel.
• La nuova offerta WPT ai giocatori – senza esclusività generale – dimostra che questa esclusività non è né un supporto per la competizione né necessaria per organizzare un circuito internazionale di paddle tennis.
• L’offerta del WPT di abbandonare l’azione legale contro i giocatori se rinnovano con il WPT dimostra di per sé che la partecipazione dei giocatori ad altri circuiti non è dannosa per il WPT.

Le conclusioni del tribunale di Madrid saranno di grande interesse anche per la Commissione europea, che sta studiando in modo indipendente una denuncia relativa a comportamenti anticoncorrenziali.

Inoltre, l’arbitrato separato promosso da WPT contro i giocatori, chiedendo un risarcimento di 25 milioni di euro, è stato sospeso, mentre Setpoint ha perso anche un’udienza provvisoria, con il tribunale che ha bloccato il tentativo di Setpoint di mettere in comune le loro pretese contro i giocatori, ed ha richiesto invece più di 70 casi separati.

Alejandro Villaverde, segretario generale dell’Associazione dei giocatori professionisti (PPA), ha dichiarato: “I giocatori professionisti hanno subito attacchi legali sleali nell’ultimo anno. La decisione legale di questa settimana a Madrid dimostra che lo stato di diritto prevale sempre: la PPA respingerà tutti attacca e rimarrà fermo nel sostenere i diritti dei giocatori alla competizione aperta, alla libertà di scelta e alla decenza professionale di base”.

Ziad Hammoud, membro del consiglio di amministrazione di Premier Padel, ha sottolineato: “In definitiva, non dovrebbe sorprenderci che la richiesta presentata da uno dei tour più anticoncorrenziali dello sport mondiale – per fermare un altro tour aperto – sia stata completamente licenziato. Abbiamo affrontato per un anno le più feroci minacce legali e dichiarazioni rilasciate ai media dal WPT, ma il risultato finale è sempre lo stesso. Le azioni del WPT sono l’antitesi di un’amministrazione sportiva responsabile e vanno contro il sostegno per lo sviluppo globale di uno sport, le libertà dei giocatori e il loro benessere”.

Luigi Carraro, presidente della International Padel Federation (FIP), ha spiegato: “Questa ultima settimana è stata definitiva per chiunque abbia dubbi sul futuro del padel. L’ITF ha perso il suo voto ostile all’acquisizione del padel, e il WPT ha perso clamorosamente il suo ultimo caso legale che ha cercato di imporre il suo monopolio, secondo le notizie La Federazione internazionale di padel continuerà a lavorare giorno e notte per promuovere lo sport del padel, sia a livello professionale che amatoriale, in tutto il mondo, difendendo il diritto dei giocatori professionisti ad avere le migliori opportunità per giocare e sviluppare le loro incredibili carriere”.

 

fonte : comunicato Premier Padel

articoli correlati:

World Padel Tour, “Bad news” per la sua causa

Premier Padel: La condotta sleale del WPT parla da sé

Articoli correlati

Anche Miguel Lamperti giocherà la Premier Padel

Mr Padel Paddle

Tapia e Gutierrez campioni di Danimarca!

Mr Padel Paddle

Mondiali Qatar: La lista dei convocati azzurri

Mr Padel Paddle
Mr Padel Paddle