Top Interviste

Carolina Orsi: Non cambierei nulla delle scelte fatte

Carolina Orsi Mr Padel Paddle

Nata il 4 luglio del 1991 a Roma, Carolina Orsi è una delle atlete di punta della Nazionale Italiana. Quest’anno ha raggiunto il suo miglior piazzamento (n.45) nel ranking del WPT.

Campionessa italiana nel 2021 in coppia con Giulia Sussarello, Carolina Orsi ha vinto per ben 7 anni consecutivi (2015-2021) la Serie A con il Circolo Canottieri Aniene, e negli ultimi due anni, la medaglia di bronzo ai mondiali Doha a squadre, per poi confermarsi poco più di un mese anche a Dubai.

Dopo tanti anni di sacrifici, allenamenti e partite, ci confessi come ti “vedi” e se ti ritieni soddisfatta.

Molto soddisfatta, anche se è stato un anno difficile. Pur essendo stata sempre nel quadro principale del WPT, mi sono capitate tante teste di serie e di conseguenza molte sconfitte, ma allo stesso tempo ho avuto la possibilità di potermi confrontare con grandi giocatrici, sostenendo un ritmo altissimo durante la partite, riuscendo a migliorare molto nel tempo.

In Italia ho vinto due tornei del circuito Slam della FIT e poi il bronzo a Dubai. Concludo l’anno nella posizione N.46 del ranking WPT, scalando 10 posizioni e quindi non posso che essere super felice.

Rifaresti le stesse scelte oppure hai qualche rammarico?

Non cambierei assolutamente niente. Sono partita nel Settembre del 2020 con zero punti nel WPT e nel 2021 sono diventata n.100 in classifica, chiudendo l’anno nella posizione n. 56. Quest’anno ho chiuso la stagione al 46esimo posto.. beh, non potevo chiedere di meglio.

Cosa provi in occasione di un torneo?

Sensazioni diverse tra loro; voglia di giocare al “top”, dare il massimo in campo ma   soprattutto arrivare sempre pronta ad ogni match, almeno ci provo!

Partite indimenticabili?

La vittoria al Campionato Italiano nel 2021 con Giulia Sussarello e la prima vittoria della medaglia di bronzo al Mondiale in Qatar contro la Francia, giocando lo spareggio in coppia con Giorgia Marchetti. E ancora, è stato super emozionante, la mia prima partita persa nel WPT di Reus, in un palazzetto bellissimo e pieno di gente, giocando al centrale contro Ariana Sànchez.

Dubai che emozione, ci racconti anche qualche aneddoto.

Un terzo posto super lottato, giocando due doppi di spareggio per l’accesso ai quarti di finale contro il Portogallo ed il Belgio, sempre affiancata da Giorgia Marchetti. Credo che tutta la settimana trascorsa con le mie compagne sia stato un aneddoto. Ci siamo divertite tantissimo, siamo state molto unite, una vera squadra.

Ci parli delle tue ex compagne.

Ne ho cambiato tantissime tra italiane e le spagnole. Le spagnole, anche se più piccole di me, hanno una conoscenza del gioco molto più ampia rispetto a noi italiane che arriviamo tutte dal tennis con un agonismo diverso ed a livello di gioco a rete, possiamo fare la differenza.

Con quale racchetta giochi?

Una Slanzenger e la nuova 2023 sarà una sorpresa…

Quali sono le tue aspettative per il futuro?

Le mie ambizioni per il 2023 sono sicuramente di rimanere nel tabellone principale, cercando di arrivare al quarto di finale e di entrare tra le prime 30 al mondo. Poi ovviamente restare in Nazionale e magari riuscire a vincere un punto all’Argentina nel prossimo Mondiale.

articoli correlati Mr Padel Paddle:

Carolina Orsi: Riparto la stagione in coppia con Xenia (mrpadelpaddle.com)

Articoli correlati

Padel Club Ottobre: Intervista esclusiva a Juan Lebron Chincoa

Mr Padel Paddle

Una storia d’amicizia per il padel

Mr Padel Paddle

Un volto alle voci del Padel: Alessandro Lupi

Mr Padel Paddle
Mr Padel Paddle