Top Interviste

Eli Amatriain: Il padel il mio grande amore!

Durante i suoi 12 anni di carriera Eli Amatriain è stata n.1 del ranking WPT e campionessa del mondo con la nazionale spagnola. Ha disputato 334 partite con una percentuale di vittorie pari al 68%.

Elisabet Amatriaín Armas, nata a Logroño il 10 marzo del 1984, meglio conosciuta come Eli Amatriaín (N.17 del ranking WPT) entra casualmente nel mondo del padel e diventa in poco tempo una delle migliori giocatrici del World Padel Tour. Conosciamola meglio.

Quando hai iniziato a giocare a padel?
Avevo 21 anni e stavo studiando per diventare insegnante di educazione fisica; alcuni amici mi invitarono a giocare a padel e fu divertente, dato che praticavo già il tennis dall’età di 8 anni.

Cos’è che ami di più del padel?
Tutto!

A che età sei diventata un atleta professionista?
A 24 anni ho iniziato a partecipare ad alcuni eventi nel circuito professionistico, ed a 27 mi sono dedicata esclusivamente alla carriera.

 La partita indimenticabile?
Probabilmente la finale della Coppa del Mondo che io e Patty abbiamo vinto a Maiorca nel 2014 e le semifinali del WPT di Valencia nel 2013, che ci hanno permesso automaticamente di finire l’anno come coppia n.1 del ranking mondiale.

 Di ogni compagna che hai avuto qual è stato lo skill che più ti ha impressionato?
Da Vanesa Zamora la sua capacità di leggere il gioco, da Celeste Paz la sua grinta, da Alicia Berl la sua assoluta dedizione, da Patty Llaguno la sua creatività e la capacità di fare cose che solo lei può fare, oltre alla sua costante voglia di migliorarsi, da Sofía Araujo la potenza e da Carolina Navarro la competitività.

 Se dovessi allenare una coppia maschile e femminile chi sceglieresti?
Sicuramente Tello e Chingotto per quello che rappresentano a livello di squadra e per i valori che esprimono in campo; nelle ragazze probabilmente sceglierei 2 giovani, mi piace molto la coppia Colombon-Castello.

 Il tuo maggior dolore?
Vivere lontano dalla mia famiglia.

Se dovessi tracciare un bilancio del 2021, ti ritieni soddisfatta o potevi fare di più?
A prescindere dai risultati, mi sento soddisfatta perché so di aver dato il massimo e se pur ogni tanto avevo paura di non far bene, mi sono sempre adattata per migliorarmi, impegnandomi al massimo.

 Con quale compagna giocherai la prossima stagione?
Insieme a Carolina Navarro.

Pregi e difetti?
Sono molto testarda, ma va letto anche come un pregio, dato che mi rende una persona perseverante, che lavora per raggiungere gli obiettivi.

Quale è il tuo colpo preferito e quello su cui devi migliorare?
Decisamente la volèe e devo migliorare la potenza nei miei tiri offensivi.

 Quale caratteristica ti piace di più della tua racchetta?
Della mia Black Crown Piton 10, amo la maneggevolezza, il controllo ed il suo equilibrio.

 Che ami fare nel tuo tempo libero?
Leggere, andare al cinema e passeggiare nella natura.

 Cosa ne pensi del movimento in Italia?L’Italia è un paese in cui il padel continua a crescere enormemente; sono impressionata da questa crescita e la noto ogni volta vengo nel vostro paese, in termini di livello di giocatori, numero di club e amatori.

Qual’è il tuo sogno nel cassetto?
Continuare a fare ciò che mi rende felice nella mia vita di tutti i giorni

Buon padel a tutti

by Mr Padel Paddle

articoli correlati:

Ale Salazar : Puntiamo in alto

 

Articoli correlati

Victoria Iglesias: La Vichinga spagnola!

Mr Padel Paddle

Michele & Denny: La Spagna non è più così lontana

Mr Padel Paddle

José Rico : obiettivo? Top Ten sarebbe il massimo

Mr Padel Paddle
X