Top Interviste

Fernando Belasteguin il Boss del Padel

Nato in Argentina a Pehuajo il 19 maggio 1979, Fernando Belasteguín, per tutti “Bela”, è considerato da sempre il Boss del padel

Nato in Argentina a Pehuajo il 19 maggio 1979, Fernando Belasteguín, per tutti “Bela”, è considerato da sempre il Boss del padel, tanto da diventare il migliore giocatore di tutti i tempi con record incredibili, come ad esempio essere stato per 16 anni consecutivi numero 1 al mondo. Intelligenza tattica, carattere da combattente, una eccezionale qualità nel gioco ed una grande tenuta fisica, ma anche…come si definisce lui un “calentón” in campo, sono i principali ingredienti che appartengono a questa leggenda del padel che a “soli” 44 anni continua a stupire, ma soprattutto a vincere, lanciando ogni anno giovani super promettenti, come in questa stagione giocando in coppia con Miguel Yanguas, con cui è arrivato a sfiorare la finale nel Major Premier Padel di Roma che si è concluso pochi giorni fa.

Attualmente al n. 7 della classifica WPT (n.4 in quella FIP), Bela può vantare una percentuale di vittorie nella sua vita agonistica pari all’86%.

Quali aspettative avete per questa seconda parte della stagione?

Vogliamo continuare ad essere una coppia molto competitiva per cercare di arrivare sempre in semifinale e finale.

Cosa ne pensi di tutti questi circuiti?

Per l’atleta e per lo sport avere due circuiti e giocare 30 tornei all’anno non è il massimo, ma siamo convinti che qualcosa doveva cambiare così che a partire dal 2024, ci sia un calendario unificato in cui i giocatori possano scegliere i tornei da giocare.

Su quali giovani punteresti per il futuro?

Qui preferisco non rispondere, perché ci sono molti ragazzi che giocano bene e dirne un paio sarebbe un errore a causa della pressione che potrebbe esercitare su di loro, credo che la cosa migliore sia incoraggiarli a continuare ad allenarsi e ad essere il più professionali possibile e questo li farà crescere molto.

Outdoor o indoor?

Mi piace giocare su entrambi i campi, credo che ognuno abbia le sue particolarità. Barcellona, Mendoza, Madrid, Roma, Parigi, ognuno di loro è speciale a prescindere che si giochi al chiuso o all’aperto.

Chi sono i migliori giocatori della storia del padel nelle categorie maschile e femminile?

Citandone tre, direi Alejandro Lsaigues, Roby Gattiker e Juan Martin Diaz, mentre tra le donne Carolina Navarro, Cecilia Baccigalupo e Adriana Costagliola, ma ce ne sono molte altre.

Parlaci del tuo coach.

Il mio allenatore è Miguel Sciorili da circa 15 anni e ciò che apprezzo di più di lui è che gli piace continuare a imparare e soprattutto siamo molto amici.

Se potessi “rubare” un colpo a un giocatore?

Lo smash di Agustin Tapia, mi sarebbe molto utile.

Tre consigli che daresti ad un giocatore amatoriale?

Non mi considero nessuno per dare consigli, solo che se hai trovato nel padel uno sport in cui ti diverti, continua a praticarlo perché è uno sport spettacolare.

Se non avessi fatto il giocatore professionista?

Senza dubbio sarei stato un economista.

Che racchetta usi e quali sono i tuoi sponsor tecnici?

Uso la Wilson Bela Pro v2 ed anche l’abbigliamento e le calzature sono firmate sempre da Wilson.

Sogno nel cassetto?

Voglio che la mia famiglia continui a essere in salute e potermi godere ogni giorno futuro della mia vita.

Buon padel a tutti

Fonte: Marco Oddino – Corriere dello sport

articoli correlati:

Top Interviste | Mr Padel Paddle

 

Articoli correlati

Uri Botello: Mi dedico a far crescere gli altri

Mr Padel Paddle

Rodri Ovide : Il coach dei Campioni di Padel

Mr Padel Paddle

Emily Stellato: La mia garra la metto sempre in campo!

Mr Padel Paddle
Mr Padel Paddle